Il Milan presenta Mandzukic: “Io e Ibra per far paura, Scudetto possibile”

Mario Mandzukic inizia l’avventura al Milan: “Per lo Scudetto serve continuare così, gioco dove c’è bisogno. Ibra? Incutere timore è importante”.

Mario Mandzukic per completare la rosa e restare al vertice. Il croato arriva al Milan per rinforzare l’attacco, nonchè portare ulteriore carisma all’interno di un gruppo – quello rossonero – già guidato dalla classe e leadership di Zlatan Ibrahimovic.

SuperMario, in conferenza stampa, si è presentato da nuovo acquisto del Diavolo.

“Sono molto contento di essere qui, da tempo mi stavo preparando per questa opportunità. C’è un’ottima atmosfera, il Milan ha svolto un ottimo lavoro trovandosi in vetta, farò tutto il possibile. Sebbene ci siano molti giovani, tutti hanno uno spirito combattivo e corrono. Giocherò al loro fianco, il mio lavoro è dare il meglio in allenamento e sul campo e se vorranno seguirmi ne sarò felice”.

“Mi sono allenato duramente negli ultimi mesi. Se non mi fossi sentito pronto non avrei accettato di venire in un grande club come il Milan. Ovviamente avrò bisogno di qualche giorno per conoscere i compagni di squadra, ma sono pronto a dare il mio contributo quando il mister mi chiamerà in causa”.

Sulla sinergia con Ibrahimovic, Mandzukic ha le idee chiare.

“Io e Zlatan abbiamo grande esperienza. E’ importante incutere timore agli avversari e proteggere i compagni, serve anche questo e io sono assolutamente pronto”.

Secondo il croato arrivare al titolo è un obiettivo realizzabile, ma a determinate condizioni.

“Manca ancora tanto alla fine della stagione. Se guardiamo come sono state le ultime partite, in cui tutti hanno lottato per vincere, sarà più facile arrivare allo Scudetto. Ci sono tante partite difficili da giocare, se vogliamo arrivare al nostro obiettivo dobbiamo continuare così. Arrivare in Champions o vincere il campionato? Tutti sanno quanto sono ambizioso, ma sanno anche che preferisco lavorare piuttosto che parlare. Meglio agire”.

“Ho parlato con Pioli, è una persona molto positiva. Mi ha chiesto della posizione in campo, io ho risposto che gioco dove c’è bisogno”.

“E’ difficile dare una percentuale rispetto alla mia miglior forma, ma posso dire che mi sento bene, negli ultimi mesi ho lavorato tanto, il mio fisico è assolutamente pronto per tornare in campo. Non preoccupatevi, sto bene e in forma”.

Mandzukic ritroverà la Juventus, ma stavolta da avversario.

“Sarà come affrontare tutte le altre partite. Sul campo siamo rivali, poi fuori siamo ancora amici. Spero di rivedere presto i tifosi allo stadio. Ho sempre avuto un bel rapporto con i tifosi bianconeri, li rispetterò per sempre, ma ora io combatterò per il Milan e per i suoi tifosi. Sarri? Non mi piace parlare del passato, voglio pensare solo al presente al Milan”.

“Qui per dimostrare che la Juventus ha sbagliato a farmi andar via? No, quando mi ha chiamato il Milan ho pensato solo a soddisfare le aspettative che hanno i rossoneri nei miei confronti”.

SuperMario ha scelto la 9.

“Non mi preoccupano i numeri di maglia. Ho avuto spesso il 17, ma non era libero. Ho giocato spesso anche con il 9 e visto che era libero l’ho preso. La cosa più importante è fare bene in campo”.

Next Post

Aguero positivo al Covid: "Ho avuto alcuni sintomi"

Gio Gen 21 , 2021
Il City perde Sergio Aguero, a contatto con un positivo e anch'egli alle prese col Covid: "Sto seguendo le indicazioni del medico per guarire".
P