Inter-Juventus, Pirlo lancia Chiellini: “È pronto, ha voglia di giocare”

Le parole di Andrea Pirlo alla vigilia di Inter-Juventus: “Giocheremo la nostra partita. Conte? Il primo che mi ha fatto pensare di allenare”.

Dopo tre vittorie nelle prime tre uscite del 2021, ecco l’esame più difficile per la Juventus: il derby d’Italia contro l’Inter, che i bianconeri dovranno giocare nella tana rivale. Big match presentato come di consueto da Andrea Pirlo in un incontro virtuale con i giornalisti.

“Che Inter mi aspetto? Una squadra aggressiva che vorrà imporre subito il proprio ritmo – le parole dell’allenatore bianconero – Ma siamo preparati. Siamo la Juventus e vogliamo andare a San Siro per giocare la nostra partita”.

Capitolo formazione: tra infortunati e Covid, la situazione alla Juventus non è delle più semplici.

“Stiamo aspettando i tamponi. Domani valuteremo chi potrà giocare dal primo minuto. Chiellini in coppia con Bonucci? Giorgio sta bene, dopo la partita col Genoa non ha avuto problemi. È carico e pronto per giocare. Per noi è un valore aggiunto”.

Pirlo ritroverà Antonio Conte, con il quale ha vissuto un triennio all’insegna dei successi alla Juventus.

“Da lui ho imparato tanto. Lui è il primo che mi ha fatto pensare di studiare da allenatore, per cui lo ringrazio. Io e lui abbiamo due caratteri diversi e forse è per questo che siamo sempre andati d’accordo”.

Ancora per quanto riguarda l’undici che scenderà in campo, i dubbi maggiori riguardano il centrocampo.

McKennie è recuperato, oggi si è allenato con noi. Non è ancora al 100%, però è già una buona cosa che possa venire con noi. Ramsey? Sta bene, ha recuperato.

L’assenza di de Ligt pesa, ma in difesa abbiamo altri campioni. Anche se avremmo fatto volentieri a meno della sua assenza”.

In attacco, invece, sarà Morata a far coppia con Cristiano Ronaldo.

“Alvaro sta bene, anche se avrei evitato di fargli fare 120 minuti contro il Genoa. Ha recuperato ed è a disposizione”.

Chiusura sulle parole di Conte, secondo cui “nessuna squadra in Italia può dire di aver colmato il gap con la Juventus”.

“Ma per noi non ci sono problemi. Vinciamo da 9 anni di fila, per cui è normale che siamo noi ad avere maggiori pressioni. Però anche l’Inter è una squadra costruita per vincere”.

Next Post

Lukaku contro Ronaldo, faccia a faccia scudetto

Sab Gen 16 , 2021
Inter contro Juventus è anche il confronto fra due grandi attaccanti
P