Juventus-Bologna 2-0: Arthur e McKennie ‘avvisano’ le milanesi

Con un goal per tempo di Arthur e McKennie la Juve supera il Bologna e accorcia in classifica su Inter e Milan: ulteriori certezze dopo la Supercoppa.

Beh, considerando gli stop di Milan e Inter, perseverare per la Juventus avrebbe avuto del delittuoso. Non sbagliano i campioni d’Italia in carica che, con una prova ordinata, superano per 2-0 il Bologna. Sprecando di tutto e di più. Ed è proprio questo il neo della Signora, ancora poco dotata di killer instinct, ma che vanta indubbiamente ampi margini di miglioramento. Da sfoggiare, mettendo nel mirino la rimonta in campionato, nel girone di ritorno.

Pirlo sceglie ancora Kulusevski come partner d’attacco di Cristiano Ronaldo: nuova panchina per Morata. Bentancur e Arthur ‘cervelli’ della metà campo, McKennie e Bernardeschi sugli esterni. Dietro stringe i denti Chiellini in tandem con Bonucci, Cuadrado e Danilo sulle corsie laterali. Szczesny in porta. De Ligt, al rientro, in panchina. Mihajlovic dà fiducia a 10/11 della formazione che ha battuto il Verona: l’unica novità è rappresentata da Svanberg al posto di Dominguez. Barrow nel ruolo di punta centrale, davanti al terzetto di trequartisti formato da Orsolini, Soriano e Vignato.

La Juventus la butta sulla tecnica. Il Bologna sulla fisicità. Non sorprende, quindi, che a passare in vantaggio siano proprio i bianconeri. Una conclusione baciata dalla fortuna, quella di Arthur, deviata da Schouten, che porta il brasiliano a sbloccare l’incontro e, al tempo stesso, a trovare la prima rete italiana. In termini di occasioni, sostanzialmente, la Juve si divora di tutto di più. Con Bernardeschi, e non è una novità, protagonista in negativo. Dall’altra parte, da posizione più che favorevole, Soriano incredibilmente fallisce l’appuntamento con lo specchio della porta.

A inizio ripresa, sulla falsa riga di quanto accaduto in Supercoppa, Szczesny è costretto a disinnescare un compagno di squadra anziché un avversario: super su Cuadrado. Dopodiché, tanto per cambiare, è McKennie a chiudere la sfida a tripla mandata dagli sviluppi di un corner; calciato – costantemente in prima fila – dal colombiano. Il secondo lampo bianconero, automaticamente, infligge ai rossoblù un duro colpo psicologico. Impossibile, dunque, riportare in equilibrio un match ben gestito da Madama. Squalifica in vista per Kulusevski che, diffidato, salterà la trasferta di Genova contro la Sampdoria.

IL TABELLINO E LE PAGELLE

JUVENTUS-BOLOGNA 2-0

MARCATORI: 15’ Arthur, 71’ McKennie

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny 7,5; Cuadrado 7, Bonucci 7 (77’ De Ligt s.v.), Chiellini 6.5, Danilo 6; McKennie 7 (92′ Demiral sv), Bentancur 6.5, Arthur 7 (77’ Rabiot s.v.), Bernardeschi 5 (68’ Morata 6); Kulusevski 6 (78’ Ramsey s.v.), Ronaldo 5.5. Allenatore: Pirlo

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski 7; De Silvestri 6 (46’ Soumaoro 6), Danilo 5.5, Tomiyasu 6.5, Dijks 6 (75’ Palacio s.v.); Schouten 5.5, Svanberg 5.5 (63’ Dominguez 6); Soriano 5.5, Orsolini 6.5 (75’ Olsen s.v.), Vignato 5 (46’ Sansone); Barrow 6. Allenatore: Mihajlovic

Arbitro: Sacchi

Ammoniti: Kulusevski, Chiellini, Arthur (J) Vignato, Dijks (B)

Espulsi: –

Next Post

Mihajlovic: "Squadra? Bella ma non balla..."

Dom Gen 24 , 2021
Il tecnico del Bologna dopo il k.o. contro la Juventus
P