Juventus, Pirlo contento: “Vincere aiuta a vincere, grande entusiasmo dopo la Supercoppa”

L’allenatore della Juventus in conferenza stampa: “Recuperiamo quasi tutti gli infortunati, anche Demiral”.

Dopo la vittoria in Supercoppa Italiana contro il Napoli, la Juventus torna a concentrarsi in Serie A e lo farà con la sfida al Bologna. Sulla carta i bianconeri partono come favoriti, ma è anche vero che la squadra di Mihajlovic arriva da una settimana di riposo.

Andrea Pirlo ha parlato come di consueto in conferenza stampa alla vigilia del match, partendo dal momento psicologico della squadra.

Vincere aiuta a vincere. La Supercoppa ha lasciato grande entusiasmo, quindi, nonostante un po’ di stanchezza, ci siamo allenati bene per il prossimo obiettivo che si chiama Bologna. Fino ad ora non siamo stati continui, ma gli alti e bassi sono un problema che hanno avuto tutti, come confermano i punteggi. Prendono goal quasi tutti, c’è stata poca preparazione e ci sono tante partite, con conseguente stanchezza mentale. Noi ci stiamo lavorando, la mancanza di continuità ci ha fatto perdere punti”.

L’allenatore della Juventus ha lanciato poi qualche indizio di formazione, facendo anche la conta degli infortunati.

Chiellini ha stretto i denti mercoledì, arrivava da un periodo lungo di inattività ma sta recuperando molto bene. Abbiamo a disposizione quasi tutti gli infortunati, compreso Demiral. Dragusin potrebbe giocare in Coppa mercoledì, domani sceglierò fra Chiellini e Demiral. Domani in porta gioca Szczesny. Kulusevski? Sta disputando una grande stagione, è un ragazzo intelligente e ambizioso. Domani potrebbe partire dall’inizio. Chiesa sta meglio, Frabotta pure. Siamo tranquilli e soddisfatti della rosa che abbiamo: i problemi sono stati il Covid e gli infortuni, non la rosa”.

Pirlo si concentra anche dal punto di vista tattico, soffermandosi sui movimenti di alcuni giocatori chiave della Juventus.

“Chiesa può giocare sulla sinistra ma anche dentro il campo quando Cristiano Ronaldo va in ampiezza: per noi è importante che le posizioni vengano occupate bene. McKennie? Ci sta dando tanto, ha inserimenti fra le linee incredibili. Kulusevski in questo momento, come seconda punta, è più libero di muoversi e si sente più a suo agio”.

Finale sulla corsa allo Scudetto, che per Pirlo vede circa sei squadre coinvolte.

“La corsa per il titolo si fa sulle prime 5-6 squadre, ma in questo momento il Milan è da battere, perchè è in testa. Noi pensiamo a vincere tante partite, con molti scontri diretti a Torino, poi vedremo a che punto saremo ad aprile. Io lavoro dal primo giorno con lo stesso entusiasmo e la stessa voglia. So che devo migliorare e che io e la squadra possiamo crescere. Vincere un trofeo non mi cambia nulla perchè ne voglio alzare tanti altri”.

Next Post

Pirlo: "Supercoppa? C'è grande euforia"

Sab Gen 23 , 2021
L'allenatore della Juve parla ancora del trofeo vinto contro il Napoli alla vigilia della partita di campionato contro il Bologna
P