Kessié spinge in alto il Milan: “Nessun disagio a parlare di Scudetto”

Franck Kessié svela come ha fatto il Milan a tornare ad alti livelli: “Nessun segreto, c’è un piano di lavoro. Abbiamo cambiato faccia”.

Quello ammirato nell’ultimo anno è un Milan molto diverso da quello visto nelle ultime stagioni. La compagine rossonera infatti, non solo ha ritrovato una straordinaria compattezza, ma grazie ad un’incredibile continuità di risultati è tornata ad imporsi come una delle più grandi realtà del calcio italiano, oltre che come una delle pretendenti per lo Scudetto.

Franck Kessié, in un’intervista rilasciata a ‘Il Giornale’, ha spiegato come ha fatto il Milan a cambiare rotta dopo annate deludenti.

“Non c’è un segreto vero e proprio da svelare ma un piano di lavoro da raccontare. Pioli ci ha preso da parte e ha cominciato a parlare, a spiegare cosa voleva da noi. Il gruppo si è messo al lavoro con le sue idee e adesso continuiamo a farlo giorno dopo giorno. Da allora abbiamo anche cambiato faccia”.

Il centrocampista rossonero ha svelato che c’è stato un momento in particolare che ha rappresentato un punto di svolta.

“La partita di Bergamo, dicembre 2019, 5 a 0 per l’Atalanta. Noi siamo il Milan non possiamo fare figure del genere. Da quel giorno in poi è scattata una certa molla”.

Sono in molti a non credere che il Milan riuscirà a tenere questi ritmi fino alla fine del campionato. Kessié non cerca una spiegazione a certi giudizi.

“Più che una spiegazione, abbiamo un ringraziamento da rivolgere. Perché questi ragionamenti e pronostici non fanno altro che motivarci ogni giorno di più. Sono le nostre vitamine”.

In casa Milan la parola Scudetto non è più un tabù.

“E perché mai dovrebbe esserlo? Noi abbiamo un mantra che ci ripete tutti i giorni mister Pioli: pensiamo a una partita alla volta. Adesso c’è il Cagliari, il resto non conta. Poi aggiungo: siamo il Milan, la storia parla per noi. E un club come il Milan non può sentirsi a disagio a parlare di scudetto. Non siamo da soli, naturalmente, a concorrere”.

Il Milan ha preso Meité, un nuovo rinforzo per il centrocampo. Kessié sa come spiegargli il mondo rossonero.

“Gli direi: vieni a Milanello, guarda come ci alleniamo, guarda e impara in fretta perché abbiamo bisogno di aiuto. Avremo una partita ogni 3 giorni e ci sarà bisogno di tutti per arrivare fino in fondo alla stagione e ai tre impegni che ci aspettano”.

 

Next Post

Juve, è arrivata la decisione definitiva sul fronte Paul Pogba: cosa può succedere

Sab Gen 16 , 2021
Juve, è arrivata la decisione definitiva sul fronte Paul Pogba: cosa può succedere
P