La Curva Sud della Juventus a Mandzukic: “Marione nel cuore di tutti noi”

Con un lungo post Instagram la Curva bianconera saluta Mario Mandzukic, nuovo attaccante del Milan. E lui: “Grazie per queste bellissime parole”.

Poco da fare: fa un effetto un pochino strano vedere Mario Mandzukic con la maglia del Milan. Almeno inizialmente, prima che l’abitudine, come sempre, prenda il posto dello straniamento. La normalità si chiamava Juventus, dove il centravanti croato ha giocato per quasi cinque anni, dal 2015 al dicembre del 2019, prima di trasferirsi all’Al Duhail.

Dovranno farci l’abitudine i tifosi del Milan, che vedono aggiungersi un altro tassello di lusso alla rosa che sta primeggiando in campionato. E dovranno farci l’abitudine soprattutto quelli della Juventus, e in particolare i sostenitori della Curva Sud, per i quali Mandzukic ha rappresentato un beniamino. Uno status che, nonostante il trasferimento nella Milano rossonera, cambierà soltanto parzialmente.

“Marione, resterai sempre nel cuore di tutti noi – è infatti il messaggio postato dalla Curva bianconera sul proprio profilo Instagram – per quanto ha fatto, per l’attaccamento, per il rapporto speciale che aveva con tutti noi. Lo abbiamo amato per la grinta che metteva in ogni partita; lo abbiamo amato per il timore che incuteva agli avversari con la sua stazza; lo abbiamo amato per il suo non ridere e poi per le rare volte che lo faceva; è lungo l’elenco ma lo abbiamo amato davvero questo giocatore.

Ma Marione per i prossimi sei mesi, indosserà i colori rossoneri del Milan. È un professionista, voleva tornare in Italia a tutti i costi, non ci sentiamo di condannarlo ma ci farà male vederlo in campo da avversario come pensiamo che farà male anche a lui giocarci contro. A 34 anni, quasi 35 ci può anche stare.

CARO MARIONE, TI AUGURIAMO DI TRASCORRERE QUESTI SEI MESI IN ITALIA IN MANIERA SERENA, NON VOLERCENE MA SENZA VITTORIE. CIAO MARIONE… La tua Curva, Bianconera!”.

Lo stesso Mandzukic ha postato un commento di risposta al post della Curva:

“Grazie per queste bellissime parole… ne sarò sempre orgoglioso”.

Insomma, affetto al di là dei colori. Ora, però, la palla passa al campo. E il campo dice che, se la Juventus è reduce dalla batosta rimediata in casa dell’Inter, il Milan capolista continua a volare e sogna sempre più concretamente di riconquistare lo Scudetto dopo 10 anni. Con un Mandzukic in più nel motore.

Next Post

Davis e LeBron in coro: "Impareremo da questa sconfitta"

Mar Gen 19 , 2021
Le due stelle dei Lakers dopo il k.o. contro Golden State
P