Lazio, novità sul futuro di Sergej Milinković-Savić

La crisi economica potrebbe avere ripercussioni pesanti per il futuro del serbo. Il suo cartellino ora costa meno, e dunque molte squadre potrebbero approfittarne.

Uno dei giocatori più determinanti della nostra Serie A è senza dubbio Sergej Milinković-Savić, centrocampista serbo della Lazio di Simone Inzaghi. Recentemente premiato come miglior giocatore del mese di gennaio, Milinkovic-Savic è uno dei protagonisti dell’Epopea Inzaghi alla Lazio assieme a Luis Alberto e Ciro Immobile. 

Arrivato al suo 6° anno alla nella Capitale, l’obiettivo attuale di Sergej è quello di giocare la Champions League con i biancocelesti e confermarsi anche per l’anno prossimo in questa competizione raggiungendo almeno il 4° posto, anche se come è noto il suo vero desiderio è lo Scudetto. 

Nonostante il contratto rinnovato fino al 2024, il suo nome continua a circolare in ottica calciomercato. E le sue recenti dichiarazioni sulla intenzione di vestire un giorno la maglia del Real Madrid non hanno fatto altro che alimentare ulteriormente i rumors sul suo futuro. Su di lui ci sono, da tempo, PSG, Manchester United, Juventus e Real Madrid, che al momento sembra in pole position. Il Madrid, infatti, sta vivendo un periodo di ringiovanimento della rosa che potrebbe coinvolgere alcuni punti fermi della squadra come Casemiro, e dunque il nome di Milinnkovic-Savic si inserirebbe proprio in quest’ottica.

Molte offerte sono state rifiutate dal Presidente del Club Claudio Lotito in passato, ma ora la situazione parrebbe essere molto diversa. Come riporta “Top Calcio 24”, la crisi economica che sta seguendo l’epidemia di Coronavirus ha drasticamente abbassato il prezzo del cartellino di molti giocatori, incluso quello che serbo. Lotito infatti si sarebbe deciso a fissare il prezzo del centrocampista intorno ai 50 milioni di euro, dunque molto meno dei 70-80 che chiedeva solo un anno fa.

Next Post

Gli squalificati di Serie A: fermato Calabria, due turni a Baronio

Mar Feb 9 , 2021
Il Giudice Sportivo ha fermato undici giocatori tutti per un turno. Due giornate di squalifica invece per Baronio, membro dello staff di Pirlo.
P