Manchester City-Borussia Dortmund 2-1: Foden allo scadere, qualificazione aperta

Guardiola vede i vecchi fantasmi in Champions ma in extremis Foden li spazza via: ritorno tutto da giocare tra Manchester City e Borussia Dortmund.

Sembrava un quarto di finale già scritto, con il grande Manchester City di Pep Guardiola pronto a ‘macinare’ il Borussia Dortmund di Edin Terzic: e invece niente di tutto questo, il City dimostra superiorità e alla fine vince due a uno, ma non riesce a seppellire il Dortmund, che nel secondo tempo torna aggressivo e trova il goal del momentaneo pareggio. Foden poi al 90′ regala la vittoria ai Citizens, che però dovranno stare parecchio attenti in Germania al Westfalenstadion.

Nelle prime battute di gioco, il Manchester City mostra tutta la sua superiorità nei confronti del Borussia Dortmund, che scende in campo un po’ impacciato e timido. Tanti errori individuali, sui quali la squadra di Guardiola va a nozze, come in occasione della rete del vantaggio di Kevin De Bruyne: palla persa da Emre Can, il belga porta palla da maestro del contropiede e poi va a conclude a pochi passi dalla porta sull’assist si Mahrez. Uno a zero, sembra il preludio ad una disfatta ma a poco a poco i tedeschi si riorganizzano. Prima un rigore annullato al VAR dopo un presunto fallo su Rodri, poi qualche bella parata di Hitz.

Nella ripresa, smaltita anche la rabbia per un goal annullato a Bellingham che ha generato molte polemiche, il Borussia Dortmund si sveglia definitivamente e Haaland sfiora il suo classico goal, ma Ederson a peso morto gli nega questa gioia. Ma a sei minuti dalla fine, quando il Manchester City sembra in totale controllo del match, arriva il goal del Borussia: Bellingham-Haaland Reus. Il trequartista tedesco sfrutta un assist delizioso del norvegese e batte Ederson con un piatto destro a giro sul secondo palo.

La squadra di Terzic nei minuti finali si sente però già ‘arrivata’ ed abbassa troppo il suo baricentro. Al 90′ si accende ancora De Bruyne, con un’apertura magica veros Gungogan, il tedesco serve l’accorrente Foden che di sinistro fissa il punteggio della gara sul 2-1. Il classe 2000 decide un quarto di finale di Champions League al 90′, dopo aver giocato un’ottima partita, e nemmeno esulta. Torna verso il centrocampo con la faccia cattiva di chi voleva dilagare e non è riuscito nel suo intento giornaliero. Appuntamento al ritorno in Germania…

IL TABELLINO

Manchester City-Borussia Dortmund 2-1

Marcatori: 19′ De Bruyne, 84′ Reus, 90′ Foden

MANCHESTER CITY (4-3-3): Ederson; Walker, Rúben Dias, Stones, Cancelo; De Bruyne, Rodri, Gündoğan; Bernardo Silva (59′ Gabriel Jesus), Foden, Mahrez.

BORUSSIA DORTMUND (4-3-3): Hitz; Morey (80′ Meunier), Akanji, Hummels, Guerreiro; Bellingham, Emre Can, Dahoud (80′ Delaney); Knauff (63′ Reyna), Haaland, Reus.

Ammoniti: Emre Can, Bellingham

Espulsi:-

 

Next Post

Guardiola e l'autografo di Haaland al guardalinee: "Arbitraggio perfetto"

Mer Apr 7 , 2021
Alla fine della partita nel tunnel degli spogliatoi uno dei due giudici di linea ha chiesto un autografo al giovane norvegese
P