Mbappè domina in casa del Bayern: una notte da record per il francese

Con la doppietta rifilata al Bayern Monaco, l’attaccante francese ha superato Ibrahimovic nella graduatoria dei migliori bomber in maglia PSG.

Il teatro innevato dell’Allianz Arena incorona – se ce ne fosse ancora bisogno – la stella di Kylian Mbappè. Il fuoriclasse del PSG sbanca, con una doppia firma in calce, il fortino della formazione campione d’Europa e del Mondo, lanciando un segnale inequivocabile alla concorrenza nella corsa alla coppa dalle grandi orecchie. 

Incontenbile. Devastante. Decisivo. Gli aggettivi per descrivere l’inarrestabile ascesa dell’attaccante classe 1998 ormai si sprecano e forse sarebbe il caso di iniziare a coniarne di nuovi. Sul fatto che ci si trovi davanti ad un fenomeno fatto e finito, i dubbi non sussistono. 

In casa del Bayern Monaco, l’asso nativo di Bondy ha aperto e chiuso i giochi con due fiammate che hanno incenerito Neuer e complicato maledettamente la difesa del trono d’Europa da parte di Hans Flick.

Una doppietta – la seconda personale in questa edizione della Champions League – che lo porta a quota 8 centri continentali, superando il vecchio primato personale di 6 reti griffato nell’edizione 2016-2017 quando ancora indossava la maglia del Monaco.

E in fatto di record non finisce di certo qui. Le perle numero 7 e 8 gli consentono di agganciare i connazionali David Trezeguet e Ben Yedder in cima alla classifica dei calciatori francesi che hanno realizzato più goal in una singola edizione della Champions. 

La notte magica di Monaco di Baviera ha consentito inoltre a Mbappè di scavalcare – in termini di reti nella massima rassegna continentale – una leggenda del club parigino come Zlatan Ibrahimovic che, all’ombra della Tour Eiffel, gonfiò la rete in 20 occasioni. Il 7 parigino ha toccato quota 21 e ora nel mirino c’è il primatista assoluto Edinson Cavani che guida la classifica a 30.  

Dal punto di vista realizzativo, questa è già la seconda stagione più prolifica della sua giovanissima carriera con 32 centri messi a referto tra tutte le competizioni. Meglio ha fatto soltanto nella 2018-2019 quando di palloni in fondo al sacco ne depositò ben 39. 

La sensazione è che anche questo primato abbia i giorni contati.

Next Post

Per Flick non è ancora finita: "C'è il ritorno a Parigi e vogliamo la semifinale"

Gio Apr 8 , 2021
Il 3-2 sconfitta sfortunata secondo il tecnico del Bayern che incassa e non molla.
P