Pioli non vuole scuse: “Calhanoglu e Theo? Voglio una squadra pronta a tutto”

L’allenatore del Milan in conferenza stampa: “Il recupero di Ibrahimovic è importantissimo, conosciamo il suo spessore tecnico e caratteriale”.

Il Milan chiuderà il 18esimo turno di Serie A, con il posticipo del lunedì sera contro il Cagliari. Stefano Pioli conoscerà il risultato di tutte le altri pretendenti per lo Scudetto, a partire dal Derby d’Italia di questa sera tra Inter e Juventus.

L’allenatore rossonero ha parlato oggi come di consueto in conferenza stampa, partendo dalla positività al Covid di Theo e Calhanoglu.

Le assenze di Calhanoglu e Theo sono assenze importanti, le criticità ci sono in questa stagione e lo sapevamo. Abbiamo bisogno di una squadra sempre pronta, con ragazzi pronti a tutto. Siamo stati bravi a raddoppiare sempre le energie in caso di difficoltà, sono sicuro che lo faremo anche domani.

Milan campione d’inverno? Ci sentiamo di aver fatto un buon lavoro, anche se dovesse arrivare questo titolo, è una cosa che conta veramente poco. Ci interessa solo la partita di domani contro il Cagliari”.

Per fortuna del Milan e di Stefano Pioli, c’è però il ritorno di Ibrahimovic.

“Il recupero di Zlatan Ibrahimovic è importantissimo, tutti noi conosciamo il suo spessore tecnico e caratteriale. Ha superato i problemi fisici, ha bisogno ancora del ritmo partita, ma l’ho visto bene in allenamento”.

Non si sbottona Stefano Pioli sull’eventuale acquisto di Mario Mandzukic.

Mandzukic? Non voglio e non posso parlare di giocatori che non ho a disposizioni. Ho fiducia sulla società e sui dirigenti, lascio a loro il compito del calciomercato. So che se avranno la possibilità di completare la rosa, lo faranno”.

Finale di conferenza dedicato invece al primo acquisto del Milan di gennaio, Meité.

“Rende ancora più competitivo un reparto che già aveva una certa solidità. Abbina qualità e quantità, mi è piaciuto molto, l’ho visto molto voglioso. Mi è piaciuto anche quando ha parlato, dimostrandosi un giocatore ambizioso”.

Next Post

Amrabat rivela: "Ho parlato con Milan e Napoli, d'istinto ho scelto la Fiorentina"

Dom Gen 17 , 2021
Sofyan Amrabat al 'Corriere dello Sport' racconta: "Mi hanno colpito le ambizioni del club e della società".
P