Sampdoria-Juventus 0-2: Chiesa apre, Ramsey timbra il successo

La Juventus non si ferma più e conferma il momento di crescita, con la vittoria sulla Sampdoria. A segno Chiesa e Ramsey.

Questa Juventus è in crescita. E non lo dice esclusivamente il verdetto di Marassi, con i campioni d’Italia in carica ad archiviare la pratica blucerchiata, bensì la tesi è suffragata dal percorso proposto dai bianconeri nel nuovo anno: un tonfo sonoro contro l’Inter, dopodiché solo vittorie: anche in Coppa Italia. Chiaro segnale, quindi, di come la Signora stia riuscendo a trovare la tanto agognata continuità di rendimento, fondamentale per iniziare nel migliore dei modi il girone di ritorno. Il tutto mettendo nel mirino le milanesi.

Ranieri, all’insegna del pragmatismo, disegna il solito 4-4-2. Puntando sul tandem d’attacco formato da Keita e Quagliarella, entrato nei pensieri della Signora circa la quarta punta – non ancora individuata, e che potrebbe non arrivare – da inserire in organico. Pirlo risponde a specchio, seppur con sfumature a geometria variabile, con Chiellini preferito a De Ligt in difesa. Per il resto, nessuna sorpresa. Parola d’ordine: costanza. Anche nelle scelte.

Una Juve di livello assoluto nel corso della prima frazione di gara. Padrona del campo, Madama va a segno con Chiesa – imbeccato ottimamente da Morata – e sfiora ripetutamente il raddoppio. Solamente Yoshida, migliore tra i blucerchiati, riesce a fermare le folate zebrate. Con Cristiano Ronaldo, nel dettaglio, a sbattere ripetutamente contro il muro nipponico. Poca, pochissima Samp in fase offensiva: qualche folata qua e là di Keita, ma sonni tranquilli per l’attenta retroguardia bianconera.

Nella ripresa il ritmo collettivo cala. Così come calano drasticamente le occasioni. Juventus di gestione, ma senza accelerare. Sampdoria più di nervi anziché di idee. Dunque? Noia a regnare sovrana. Con i cambi protagonisti che, soprattutto per i padroni di casa, non sortiscono gli effetti sperati. La chiude, nel recupero, Ramsey. Nota dolente per la Signora: Bentancur, diffidato e ammonito, salterà il match casalingo contro la Roma.

IL TABELLINO

SAMPDORIA-JUVE 0-2

MARCATORI: 20’ Chiesa, 91’ Ramsey

SAMPDORIA (4-4-2) Audero 6; Bereszynski 5.5, Colley 6, Yoshida 6.5, Augello 6; Candreva 5 (80’ Jankto s.v.), Ekdal 5, Adrien Silva 5.5 (62’ Damsgaard 5.5), Thorsby 5; Keita 6 (67’ Ramirez 5), Quagliarella 6 (67’ Torregrossa 5.5). Allenatore: Ranieri

JUVENTUS (4-4-2) Szczesny 6; Cuadrado 7, Bonucci 6, Chiellini 7, Danilo 6.5; McKennie 6.5, Bentancur 7 (74’ Rabiot 6), Arthur 7 (83’ Ramsey 6.5), Chiesa 7 (84’ Alex Sandro s.v.); Morata 6.5 (77’ Bernardeschi s.v.), Ronaldo 6. Allenatore: Pirlo

Arbitro: Fabbri

Ammoniti: Thorsby, Ekdal, Jankto, Damsgaard (S), Bentancur, Bernardeschi (J)

Espulsi: –

Next Post

Libertadores, Felipe Melo guida la festa: secchiata d'acqua in conferenza!

Dom Gen 31 , 2021
Il Palmeiras vince la sua seconda Copa Libertadores e la gioia dell'ex di Juventus e Inter è incontenibile
P