Scognamiglio sulle montagne russe: segna, si fa male e viene espulso

Serata indimenticabile per Gennaro Scognamiglio: prima segna il goal della vittoria, poi esulta sanguinante e infine viene espulso.

La diciassettesima giornata di Serie B ci ha regalato un episodio che merita di essere raccontato, capitato al ‘Mapei Stadium’ di Reggio Emilia in occasione della sfida tra le pericolanti Reggiana e Pescara.

Gara decisa da un’incornata di Gennaro Scognamiglio che ha regalato il successo agli ospiti: goal arrivato sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto dall’ex Napoli Valdifiori, costato però caro al difensore campano.

Poco prima dell’impatto col pallone, la testa di Scognamiglio si è scontrata violentemente contro quella di un avversario, lasciando un segno evidente: sangue copioso a sgorgare dalla fronte del match-winner, che però ha esultato senza curarsene troppo.

Ma la serata da ‘montagna russa’ di Scognamiglio non è mica finita qui: appena tre minuti più tardi, all’89’, l’arbitro lo ha espulso per somma di ammonizioni, inifluente ai fini del risultato per fortuna del Pescara, rimasto addirittura in doppia inferiorità numerica (nel primo tempo era toccato a Bellanova finire anzitempo sotto la doccia).

Tre punti dal valore enorme contro una diretta concorrente per la salvezza per gli abruzzesi, balzati al quindicesimo posto e fuori dalla zona playout. Grazie anche al coraggio del guerriero Scognamiglio che ci ha messo la faccia. In tutti i sensi.

Next Post

Il Saint-Etienne risolve il contratto di Ruffier: addio dopo quasi 10 anni

Lun Gen 4 , 2021
Risolto il contratto di Stephane Ruffier con il Saint-Etienne: club furioso per l'atteggiamento tenuto dal portiere nelle ultime settimane.
P