5 anni e 237 giorni dopo: Benzema torna a giocare nella Francia

Benzema è tornato a giocare in nazionale a distanza di sei anni: nel 3-0 al Galles un rigore sbagliato e un palo che ha propiziato la rete di Dembelè.

Francia-Armenia 4-0, 8 ottobre 2015, Allianz Riviera di Nizza. Karim Benzema gioca titolare nella Francia, segna una doppietta nel giro di due minuti – al 78′ e al 79′ – poi viene sostituito da Olivier Giroud.

Fino a questa sera, quella in Costa Azzurra era l’ultima presenza in Nazionale dell’attaccante del Real Madrid in Nazionale. Poi il caso Valbuena, le esclusioni di Deschamps, un’era che sembrava finita.

5 anni e 237 giorni dopo, Karim Benzema è tornato. L’attaccante cresciuto nel Lione è stato schierato titolare da Deschamps insieme a Mbappé e Griezmann nella sfida contro il Galles. Il tridente dei sogni.

Il centravanti merengue ha avuto subito la possibilità per bagnare con goal la notte del suo grande ritorno con la casacca transalpina. Nel corso del 26° minuto la Francia ha usufruito di un calcio di rigore ma il numero 19 lo ha sbagliato facendosi respingere il tentativo dagli undici metri dalla grande risposta di Ward.

Per il franco-algerino si tratta del terzo errore consecutivo dal dischetto con la maglia dei ‘galletti’. I primi due contro la Svizzera nel mondiale sudafricano 2014 mentre il secondo in amichevole contro la Svezia.  

Nella ripresa il Ct Didier Deschamps ha rimescolato le carte nel reparto avanzato eccezion fatta proprio per Benzema in campo per tutti i 90′. Nel segmento finale di partita l’attaccante che ha toccato questa sera le 82 presenze in nazionale ha colpito anche un palo sulla cui respinto si è avventato Dembelè, il più lesto di tutti nell’insaccare il punto del 3-0.

E’ l’ultimo highlight della gara per Karim ‘The Dream’. Nessuna firma d’autore al cospetto di Bale e compagni ma un importante antipasto in salsa blues in attesa di notti decisamente più importanti. Quelle di Euro 2020. 

A fine gara il 9 del Madrid ha confessato a ‘TF1’ le proprie sensazioni dopo essere tornato a vestire la casacca francese:

“Il ritorno? Buono, molto buono. Ho avuto ottime sensazioni dopo una dura settimana di preparazione atletica. La condizione sta crescendo. E’ stata una stagione difficile ma mi sento bene e sto tornando al top. Ciò promette bene per il futuro”.

La partita contro il Galles è stata l’occasione per affinare la sintonia con Griezmann e Mbappè:

“Ci abbiamo provato, specialmente contro squadre che difendono con cinque uomini tenendo una linea molto bassa. E’ stato difficile ma avremo modo per trovare un’intesa ancora maggiore in allenamento. Abbiamo giocato una buona partita e ci siamo cercati spesso”.
 

La chiosa finale è sulle sensazioni provate nel tornare ad indossare i colori della Francia:

 “Provo tanto orgoglio e una grande gioia. Desidero giocare per mostrare sul campo cosa posso fare”.

 

 

Next Post

Dalla Francia all'Arabia e al Qatar: lo strano destino di Jardim e Blanc

Gio Giu 3 , 2021
L'ex allenatore del Monaco firma con l'Al-Hilal, mentre Blanc, suo avversario cinque anni fa in Ligue 1 con il PSG, oggi guida l'Al-Rayyan.
P