Al-Khelaifi contro la Superlega: “Non difende il calcio, tutti devono poter partecipare”

Il presidente del PSG boccia l’idea della Superlega: “Qualsiasi squadra deve poter realizzare i propri sogni, la Champions va preservata”.

Bocciatura senza appello quella di Nasser Al-Khelaifi nei confronti della Superlega. Il presidente del PSG, che non ha mai aderito all’iniziativa di alcuni dei principali club europei, intervistato dall’agenzia francese ‘AFP’, usa toni duri e inequivocabili.

Al-Khelaifi in particolare sottolinea come alla base della Superlega non ci sia il bene del calcio e dei tifosi.

“La Superlega non difende il calcio. Non si può rompere con la tradizione secondo cui qualsiasi squadra può realizzare i propri sogni. Il calcio esiste da tanti anni, la Superlega non aveva a cuore gli interessi dei tifosi”.

Infine il presidente del PSG ribadisce come solo il campo possa decidere chi deve accedere a una competizione, pur non escludendo future modifiche al format.

“Tutte le squadre devono avere la possibilità di partecipare un giorno alla competizione più importante e tutte sotto l’ala protettrice dell’UEFA. La Champions League è un marchio molto forte che va preservato, ma tutti dobbiamo adattarci al mercato sia nelle competizioni internazionali che nazionali”.

Next Post

Tolisso, dall'infortunio all'europeo: "Non ci pensavo, poi..."

Dom Mag 30 , 2021
Recupero lampo per il centrocampista francese del Bayern dopo l'infortunio ad un tendine in allenamento a febbraio.
P