Buffon rivela: “I dubbi di alcuni mi hanno spinto a lasciare la Juventus”

Buffon non ha digerito alcune voci: “Dicevano che giocavo perché ero amico di Pirlo, regali non ne voglio. I veri tifosi non affossano la squadra”.

Nella lunga intervista di addio concessa a ‘JTV’, Gianluigi Buffon oltre a ripercorrere la sua lunga avventura in bianconero ne ha approfittato per togliersi qualche sassolino.

In particolare all’ormai ex portiere della Juventus non è piaciuto l’atteggiamento di parte della tifoseria durante l’ultima stagione.

“Una cosa che mi ha disturbato è stata che l’entusiamo della squadra quest’anno è venuto un po’ meno con le prime difficoltà. I veri tifosi non devono affossare la squadra alla prima difficoltà. Se tifo Juve i miei giocatori sono i più forti fino a maggio, non fino a febbraio”. 

Non solo. Buffon torna anche sulle voci di un presunto trattamento di favore ricevuto dall’ex compagno Pirlo.

“Mi hanno disturbato anche i commenti sul mio impiego contro il Barcellona: ‘Gioca Buffon perchè è amico di Pirlo’. Regali non ne voglio, sentire che qualcuno dubitava mi ha spinto a lasciare la Juve”.

L’addio ai colori bianconeri, insomma, ha un retrogusto amaro. E prima di andare via Buffon ha voluto togliersi qualche sassolino pur capendo la voglia di novità.

 “E’ comunque normale, perchè la gente ha anche bisogno di vedere giocatori nuovi e situazioni nuove”.

Next Post

Obiettivo mercato: Manuel Locatelli

Dom Mag 30 , 2021
Tutti i dati più interessanti su Manuel Locatelli, che secondo le ultime voci di mercato è nel mirino dei bianconeri.
P