Conte e l’Inter si separano, Eriksen: “Uno shock, non so cosa succederà”

Christian Eriksen ha parlato della situazione che si sta vivendo in casa Inter: “Sorpreso dall’addio di Conte, avevamo appena vinto”.

In Italia si sta assistendo ad un valzer degli allenatori probabilmente senza precedenti. Molte sono infatti le squadre che stanno cambiando guida tecnica e diverse sono le società che devono ancora annunciare a chi affideranno la propria panchina.

Tra le separazioni più clamorose c’è certamente quella tra l’Inter e Antonio Conte. A poche settimane dalla conquista dello Scudetto infatti, i meneghini si ritrovano chiamati ad aprire un nuovo ciclo.

Christian Eriksen, in un’intervista rilasciata a ‘TV 2 SPORT’, non ha nascosto il suo stupore per come si è evoluta la vicenda.

“E’ stata una grande sorpresa, visto che il tutto è successo dopo che si è appena vinto un campionato. Io ho saputo della cosa leggendo, come tutti gli altri. All’improvviso l’allenatore non c’era più”.

C’è attesa nel capire cosa riserverà ora il futuro.

“Il linea di principio, non abbiamo un allenatore in questo momento, quindi non so nemmeno io che cosa accadrà. Sapevamo che ci sarebbero stati dei colloqui al termine della stagione, ma è accaduto lo stesso anche l’anno scorso. E’ stato un vero shock, non si aveva la sensazione che sarebbe finita così. Non so esattamente come siano andate le cose”.

All’Inter potrebbero cambiare molte cose adesso.

“Non so se la cosa possa rappresentare un bene o un male per me. Non ci ho pensato. Ero concentrato solo sugli Europei che stanno per iniziare. Vedremo se avremo un allenatore prima della fine degli Europei. In questo momento sono focalizzato sulla Danimarca, poi penserò all’Inter”.

Il centrocampista danese ha parlato del suo rapporto con Conte.

“Era buono, avevamo un rapporto professionale. Certo, probabilmente avevamo idee diverse su come giocare e su come interpretare il calcio, ma per quanto mi riguarda non avevo nulla da dire. Si trattava di vincere ed è ciò che abbiamo fatto. Lo ringrazio per questo, visto che ho vinto un trofeo”.

Next Post

Mondiali 2030: l'Arabia Saudita studia la proposta

Lun Mag 31 , 2021
Mondiali 2030: l’Arabia Saudita studia la proposta
P