Conte sorride, l’Inter ritrova Sensi: “La Nazionale mi è servita”

Stefano Sensi è stato il protagonista assoluto della gara contro la Lituania: ora vuole tornare decisivo anche nell’Inter.

Roberto Mancini ha la bacchetta magica alla guida della Nazionale Italiana. Andare in ritiro con l’Italia ormai è diventato un toccasana per tutti i giocatori. Lo è stato a maggior ragione a questo giro per Stefano Sensi.

Il centrocampista dell’Inter, che sta attraversando con il club una stagione molto complicata a livello individuale (ha giocato solo 288′ con l’Inter in questa Serie A, mentre nelle due gare con la Nazionale ne ha accumulati 113′), è tornato a brillare con la Nazionale Italiana.

Decisivo nella gara di ieri sera contro la Lituania: partito dalla panchina, Mancini lo ha buttato nella mischia ad inizio secondo tempo. Ebbene, il nerazzurro lo ha ripagato con un goal arrivato appena dopo 1’52’’ dal suo ingresso in campo.

Ma anche contro la Bulgaria, il giocatore dell’Inter aveva fatto intravedere ottimi colpi, come confermato dallo stesso Roberto Mancini ieri sera:

Sensi è un giocatore importante, anche a Sofia aveva sbagliato pochissimo e dato equilibrio alla squadra. Eppure non giocava da tanto. Se starà bene, anche meglio di adesso, sarà molto importante per noi“.

Una fiducia, quella del commissario tecnico, che per Sensi è oro colato. Adesso tutta questa carica di energia e positività la potrebbe mettere in campo anche con l’Inter. Lui è entusiasta, come conferma a ‘Rai Sport’:

“Goal che vale anche per me dopo un periodo complicato? Sì sicuramente a livello personale è una grande cosa. Le gare in Nazionale mi sono servite sia mentalmente che fisicamente, voglio essere sempre pronto e disponibile. Il campo ci ha messo del suo, la palla si fermava. Penso comunque che l’errore che abbiamo fatto sia stato nei movimenti. Siamo contenti per la reazione che abbiamo avuto nel secondo tempo. Abbiamo un grande obiettivo nel club e qui in Nazionale abbiamo ottenuto vittorie importanti. Spero di poter continuare così sia con l’Italia sia con l’Inter

Un’arma in più per la lunga corsa verso lo Scudetto dell’Inter, che ormai ha trovato certezze in ogni zona del campo.

Ma non è l’unica buona notizia per Antonio Conte. Una pausa per le nazionali che di solito può portare con sé infortuni e tanta stanchezza, ma non è il caso dell’Inter. Anzi, Conte ritrova alcuni giocatori con grande entusiasmo e freschi di goal importanti.

E’ il caso di Romelu Lukaku, a segno contro Galles e Repubblica Ceca e rimasto per tutta la partita a riposo nell’ultimo scontro contro la Bielorussia. Arriva quindi contento e anche non ‘spremuto’ a livello fisicamente, in vista della partita contro il Bologna di sabato sera.

Giocatori ormai totalmente ritrovati anche Ivan Perisic e Milan Skriniar: tornati a brillare quest’anno con Conte, i due hanno trovato i goal con le loro nazionali. Il croato contro Malta, lo slovacco contro la Russia e la stessa Malta (Croazia e Slovacchia sono nello stesso girone di qualificazione ai Mondiali).

Adesso testa al Bologna, dopo il pieno di ottimismo e sorrisi fatti in giro con le nazionali. Antonio Conte tornerà a martellare tutti i suoi giocatori per avvicinarsi quanto prima al grande obiettivo stagionale.

Next Post

Zapata senza riserve: "Inter la più forte? No, ha avuto più tempo per lavorare"

Gio Apr 1 , 2021
L'attaccante dell'Atalanta alla 'Gazzetta dello Sport' ridimensiona l'Inter e poi rivela: "Il difensore che mi ha messo più in difficoltà? Demiral".
P