Gentile lascia il Foggia: un mese fa gli incendiarono la porta di casa

Si è chiusa l’avventura di Federico Gentile al Foggia. A dicembre degli ignoti diedero fuoco alla porta della sua abitazione.

Era approdato al Foggia un anno e mezzo fa ed oggi ha annunciato il suo addio dopo 31 presenze, 7 goal e soprattutto a seguito di una vicenda che ad inizio dicembre ha lasciato sgomento il mondo del calcio e non solo.

Federico Gentile non è più un giocatore rossonero. La sua decisione di lasciare la compagine pugliese era nell’aria da già da tempo ed era di fatto inevitabile dopo quanto successo nelle scorse settimane.

Nella notte tra l’1 ed il 2 dicembre infatti, era stato data fuoco alla porta d’ingresso della sua abitazione, mentre si trovava a casa con la moglie ed i suoi figli.

Un gesto folle e condannato ovviamente da tutti, in primis dal sindaco di Foggia che al giocatore aveva espresso la sua vicinanza.

Ad un mese di distanza dall’accaduto gli autori del gesto non sono stati ancora individuati e quindi Gentile, al fine di tutelare la sua famiglia, ha deciso di non fare ritorno in città.

Lo stesso giocatore, a Foggia Today, ha rilasciato un unico commento.

“Per me lasciare Foggia è un grande dispiacere”.

Next Post

Ibrahimovic non recupera: salterà anche Milan-Juventus

Mar Gen 5 , 2021
Niente da fare per Ibrahimovic, si allenano a parte anche Gabbia, Bennacer e Saelemaekers: tutti out contro la Juventus. Ma rientra Theo Hernandez.
P