Il fratello di Rambaudi è salvo per miracolo: decisiva una telefonata di Inzaghi

Cesare Rambaudi è stato operato d’urgenza per una peritonite: merito di Simone Inzaghi che lo ha messo in contatto con un medico.

A volte basta poco, tipo una telefonata, per salvare una vita umana: è quanto accaduto nel caso di Cesare Rambaudi, fratello dell’ex centrocampista della Lazio, Roberto.

Nella serata di mercoledì l’uomo, a Torino per espletare alcune pratiche dove vive la madre, ha accusato dei dolori addominali che hanno reso necessario l’intervento del 118. Dopo una visita al Pronto Soccorso, gli è stato detto di rientrare in albergo, come testimoniato da suo fratello con queste dichiarazioni riportate dal ‘Corriere dello Sport’.

“Dopo essere stato sottoposto ad ecografia è stato rimandato in albergo, dove alloggiava, nonostante i valori sballati, con l’indicazione di assumere un antibiotico e un antifiammatorio”.

Tutto inutile, poiché i dolori non sono mai cessati e, semmai, nel fine settimana sono addirittura aumentati fino a diventare lancinanti; Cesare Rambaudi si è così messo in viaggio per tornare a Roma in compagnia della moglie, che lo ha trasportato in auto per centinaia di chilometri.

Una situazione preoccupante, troppo per Roberto Rambaudi che il giorno di Pasqua ha deciso di prenderne le redini chiedendo consiglio a Simone Inzaghi: sempre secondo la ricostruzione del quotidiano romano, il tecnico della Lazio ha di fatto salvato la vita a Cesare mettendolo in contatto con Michele Morelli, medico con cui ha avuto modo di lavorare sia ai tempi della Primavera che in prima squadra, fino all’anno scorso.

Morelli si è subito diretto nell’abitazione di Cesare Rambaudi in compagnia di Claudio Meli, esperto in diagnostica delle immagini, e l’ecografia ha dato il seguente esito: peritonite.

Ricovero immediato e operazione nella notte tra domenica e lunedì alla Clinica Paideia con lieto fine per Cesare Rambaudi, che dopo lo scampato pericolo ha ringraziato l’equipe medica per la tempestività dell’intervento. E soprattutto Simone Inzaghi, che con una telefonata gli ha allungato la vita.

Next Post

Cadice-Valencia, il racconto di Diakhaby: "Un giocatore mi ha detto 'negro de mierda'"

Mar Apr 6 , 2021
Il difensore del Valencia dà la sua versione dei fatti. Juan Cala, al centro delle accuse, si difende: "Se potrà dimostrarlo lascerò il calcio".
P