Impresa sfiorata per Malta: avanti di due goal in Slovacchia, alla fine è pareggio

Malta segna in trasferta nelle qualificazioni mondiali dopo sette anni, nella ripresa però la Slovacchia rimonta: finisce 2-2.

Impresa sfiorata. Malta sogna il miracolo della serata di qualificazioni ai Mondiali del Qatar, va avanti di due reti, poi si sgonfia. E consente alla Slovacchia di recuperare da un doppio svantaggio, fino a conquistare un pareggio in rimonta.

Il colpo maltese prende concretamente forma nel primo quarto di gara: al 16′ segna Gambin, al 19′ raddoppia Satariano. Ma dopo l’intervallo la Slovacchia si risveglia e perviene rapidamente al pareggio: il neo entrato Strelec accorcia le distanze, poi è l’interista Skriniar a trovare la rete del 2-2.

In campo un paio di ‘italiani’, questa volta tra virgolette, nella Slovacchia: non solo Skriniar, ma anche il parmense Kucka. Ma a sognare è Mangia, italiano vero, finalista con l’Under 21 azzurra agli Europei di categoria del 2013. Arrivato alla fine del 2019, ha vinto 4 partite su 10 perdendone 3 con quella di questa sera.

Un paio di statistiche, giusto per testimoniare l’enormità dell’impresa sfiorata: Malta è andata in vantaggio di due reti nelle gare di qualificazione ai Mondiali per la prima volta nella propria storia, segnando inoltre due volte nella stessa partita dopo 20 anni (ko per 3-2 in Repubblica Ceca).

Ancora: Malta non trovava il goal in trasferta in una partita di qualificazione – ai Mondiali oppure agli Europei – dalla bellezza di… 7 anni. Dal settembre del 2014, 1-1 in casa della Bulgaria, quando un rigore di Failla rispondeva al vantaggio dell’attuale centravanti spezzino Galabinov.

Malta alla fine strappa solo un punto, dopo aver venduto cara la pelle anche nell’esordio contro la Russia (1-3). In Qatar non ci andrà, con ogni probabilità. Intanto, però, a Trnava ha rischiato di scrivere una pagina di storia.

Next Post

Cristiano Ronaldo furioso: abbandona il campo gettando via la fascia

Sab Mar 27 , 2021
Il Portogallo viene ripreso dal 2-0 al 2-2 dalla Serbia e al 93' si vede negare dall'arbitro il goal del successo di Ronaldo. Che non la prende bene.
P