Jovic, il ritorno all’Eintracht è da sogno: doppietta da subentrato

Nel suo secondo esordio con il club di Francoforte, il serbo ha segnato tanti goal quanti ne aveva segnati in un anno e mezzo di Real Madrid.

La giornata di ieri non sarà facilmente dimenticata in casa Eintracht Francoforte. Non soltanto per il ritiro del capitano David Abraham, che ha lasciato il calcio giocato per poter tornare dalla famiglia in Argentina. Contro lo Schalke è stato anche il ritorno di Luka Jovic. E che ritorno.

Arrivato in prestito dal Real Madrid soltanto tre giorni prima del match, l’attaccante serbo è subito tornato in campo. Con il club che nell’estate 2019 aveva lasciato per andare in uno dei club più importanti del mondo, per oltre 60 milioni di euro. Non è andata benissimo: solo 2 goal in 32 partite e diverse polemiche, sia dentro che fuori dal campo.

A Francoforte, invece, il classe 1997 è tornato in una dimensione più sua, in un ambiente più sereno. E lo ha dimostrato: è entrato al 62′ contro lo Schalke sul risultato di 1-1, nel giro di una decina di minuti ha realizzato il 2-1 e poi nel recupero ha chiuso i conti siglando la sua doppietta.

In mezz’ora giocata con l’Eintracht, Jovic ha realizzato gli stessi goal che ha segnato in un anno e mezzo con il Real Madrid. Certo il peso e prestigio delle due maglie è difficilmente paragonabile. Eppure, la sensazione che tutti hanno avuto guardando il match del Deutsche Bank Park è quello che il talento cresciuto nella Stella Rossa e passato nel Benfica abbia ritrovato sé stesso.

Jovic, che ha appena compiuto 23 anni, ha un bilancio di 38 goal in 76 presenze con la maglia dell’Eintracht. Un conto perfetto di una rete ogni due partite. Al Real Madrid, uno ogni 16. Anche a causa di un rendimento sotto tono, i Merengues hanno deciso di darlo in prestito.

Dopo le ultime prestazioni deludenti e alcuni episodi fuori dal campo che avevano fatto discutere (si diceva avesse violato la quarantena in periodo Covid), Jovic ha ritrovato serenità e goal. Il suo futuro a giugno può nuovamente cambiare, ma il percorso sembra tornato quello giusto.

Next Post

Lampard, assist al Milan: "Tomori vuole andare via per giocare di più"

Lun Gen 18 , 2021
Lampard, assist al Milan: "Tomori vuole andare via per giocare di più"
P