Le Nazionali in pressing per i convocati: l’Inter vorrebbe trattenerli

Come riportato da ‘La Gazzetta dello Sport’, le Federazioni puntano ad accogliere i loro convocati. Decisivi potrebbero essere i prossimi tamponi.

Negli ultimi giorni l’Inter si è riscoperta alle prese con un vero e proprio focolaio Covid certificato dalle positività di D’Ambrosio, Handanovic, De Vrij e Vecino, oltre che da quella di un membro del ‘gruppo prima’ squadra rilevato e comunicato nella giornata di venerdì.

Quella che si è venuta a creare è stata una situazione così delicata da spingere l’ATS di Milano a bloccare tutte le attività per quattro giorni con la conseguenza che anche la partita con il Sassuolo in programma per questa sera è stata rinviata a data da destinarsi.

La speranza in casa Inter è ovviamente quella che il contagio si sia frenato ma, come riportato da ‘La Gazzetta dello Sport’, c’è anche un’altra questione da affrontare: quella dei nazionali.

Barella, Bastoni, Sensi, Lukaku, Brozovic, Perisic, Erikssen, Hakimi, Kolarov e Skriniar sono i nerazzurri che chiamati a rispondere alle convocazioni dei rispettivi commissari tecnici, e tutte le Federazioni interessate hanno già iniziato il loro pressing al fine di poter avere i propri giocatori a disposizione.

Le prossime partite che si giocheranno saranno infatti di qualificazione ai prossimi Mondiali e nessuna Nazionale vorrebbe rinunciare ad elementi di tale valore. Decisivi saranno a questo punto, con ogni probabilità, i prossimi due giorni. C’è infatti attesa nel capire se l’autorità sanitaria locale aprirà o meno all’uscita di calciatori che al momento, stando al comunicato dell’ATS, dovrebbero essere obbligati a restare a Milano fino al 31 marzo.

L’Inter dovrebbe tornare al lavoro, salvo sorprese, nella giornata di lunedì e, vista la situazione, sarebbe più che contenta di poter trattenere tutti i vari convocati, in modo da poter consentire loro di allenarsi in gruppo per le prossime due settimane.

Dai test effettuati nella giornata di venerdì non sono emerse nuove positività, mentre lunedì si attenderanno gli esiti dei tamponi di domenica. Anche le varie Federazioni sono in attesa di novità, perché anche le risposte dei test diranno fino a dove si potranno spingere in termini di richieste.

L’ATS lunedì dovrà pronunciarsi su eventuali proroghe e comunque l’autorità sanitaria dovrà valutare le garanzie fornite dalle varie Federazioni. I giocatori ai quali verrà concesso nel caso di rispondere alla convocazione della propria Nazionale, dovrebbero muoversi con mezzi privati e mantenere un isolamento uguale a quello interista.

La sensazione è quella che da fronte di un nuovo allargamento del focolaio difficilmente l’ATS fornirà deroghe, mentre in caso contrario e con una situazione sotto controllo, la sua posizione potrebbe essere più morbida.

Next Post

Incontro Paratici-Raiola a Milano: la Juve tenta un nuovo affondo per Pogba?

Sab Mar 20 , 2021
Incontro Paratici-Raiola a Milano: la Juve tenta un nuovo affondo per Pogba?
P