Llorente e l’amore per la Juve: “Mi sarebbe piaciuto tornare”

L’attaccante si è ritrovato all’Udinese dopo quasi un anno in disparte a Napoli: “Non avvertire fiducia fa male. A Udine mi sento un giocatore vero”.

Fernando Llorente è tornato. Dopo quasi un anno al Napoli senza giocare, l’attaccante spagnolo all’Udinese ha ritrovato fiducia e minuti.

A ‘Tuttosport’ l’ex Juve, Tottenham e Athletic ha raccontato le sue sensazioni degli ulttimi dodici mesi e dell’importanza di avere di nuovo un ruolo da protagonista.

“Nell’ultimo anno mi sono sentito come un leone in gabbia. Non avvertire fiducia fa male. Giocare a Napoli è stata una bella opportunità, ma l’Udinese mi ha dato la possibilità di sentirmi un giocatore vero”.

A gennaio si è anche parlato di un trasferimento in un altro bianconero, quello della Juventus. Alla fine, nonostante il gradimento all’idea di tornare, non si è concretizzatto nulla.

“Se ne è parlato molto, forse i dirigenti bianconeri ci han pensato veramente, ma alla fine non si è concretizzato nulla. Mi sarebbe piaciuto tornare, la Juventus è parte del mio cuore. A Torino ho vissuto i due anni migliori della carriera”.

Llorente ha anche rivelato di aver consigliato al suo ex compagno Arek Milik di unirsi alla Juventus, anche se alla fine non se n’è fatto nulla.

“Con Milik ho un buonissimo rapporto, gli ho consigliato sia la Juventus sia la città di Torino. È un attaccante da big. Ha un mancino fantastico”.

Next Post

Arsenal-Tottenham, il North London Derby raccontato dai tifosi

Sab Mar 13 , 2021
Arsenal-Tottenham, il North London Derby raccontato dai tifosi
P