Manchester City vicino al titolo: a dicembre era a -8 dalla vetta

2021 pazzesco per la squadra di Guardiola, riuscita a rimontare e distanziare le inseguitrici con 17 punti.

Quando si parla di Guardiola, si parla di tutto e subito. Accelerate iniziali e continue in campionato, prima del trionfo a inizio primavera. L’avvio della stagione 2020/2021 ha così spiazzato tutti, viste le deludenti prestazioni , i pochi goal messi a segno, i punti mancanti. In realtà l’annata del Manchester City e Pep era soltanto in ritardo, visto il titolo di Premier ad un passo.

Anche contro il Leicester, il Manchester City ha ottenuto i tre punti, che avvicinano i Citizens al titolo inglese. L’unica avversaria di Sterling e compagni è ora la matematica, visto che sono già partiti i calcoli per capire quando la parte celeste cittadina potrà festeggiare nuovamente il successo in campionato.

Manca veramente poco per rivedere il Manchester City sul tetto d’Europa, tanto che il trofeo potrebbe arrivare già ad aprile. Qualcosa di straordinario, considerando che alla 13esima giornata di campionato, la squadra di Guardiola era costretta ad inseguire le prime della classe a distanza siderale.

Chiuso il 13esimo turno, il Manchester City si trovava a otto punti dalla capolista Liverpool e sopratutto al decimo posto in classifica. Da lì, anche senza il goleador di sempre Aguero, qualcosa è cambiato, la squadra ha cominciato a ricordarsi di essere una schiacciasassi, agendo come in passato.

A inizio aprile, così, la situazione si è ribaltata. Ad influire sopratutto il declino del Liverpool e i continui risultati discontinui da parte di tutte le altre candidate al titolo, che da anni non riescono però a dire la propria seriamente nel lungo periodo.

Il Manchester City, che come noto il prossimo giugno perderà Aguero, si è portato fino ad un +18 sulla terza in classifica, ovvero il Leicester (una gara in meno) e a +17 sul Manchester United, impegnato comunque in ulteriori due sfide. Non abbastanza per mettere in difficoltà un club più che rinato, calmo e rilassato prima di uno sprint devastante.

Next Post

Milan, San Siro è 'nemico': sei partite senza vittorie in casa

Dom Apr 4 , 2021
Quasi due mesi senza vittorie in casa, una striscia troppo deludente per rincorrere l'Inter: Stefano Pioli dovrà ritrovare risposte a San Siro.
P