Mihajlovic sfida la Roma, nel 2019 il contatto: “Io ero pronto, loro no”

Sinisa Mihajlovic fu vicino alla Roma nel 2019 e non solo: “La Juve, prima di scegliere Sarri per il dopo Allegri, mi ha cercato”.

Roma-Bologna non sarà una sfida qualunque per Sinisa Mihajlovic, per tanti motivi: nel 1992 furono proprio i giallorossi a portarlo per la prima volta in Italia e, 27 anni più tardi, il ‘ricongiungimento’ tra le parti è stato davvero vicino a concretizzarsi.

Allora il tecnico serbo era reduce dal miracolo della salvezza conquistata con i felsinei e, in estate, la Roma fu tra le società a bussare alla sua porta: alla fine il matrimonio non andò in porto per questioni relative al tifo, che difficilmente avrebbe accettato una vecchia colonna della Lazio al timone della squadra. Vicenda raccontata da Mihajlovic nella sua autobiografia.

“Poi è spuntata la Roma, sembrava fatta ma hanno avuto un casino con l’addio di De Rossi. E Totti era sul punto di lasciare, come poi è successo. C’erano tante polemiche e non se la sono sentita di scegliere un allenatore con un passato nella Lazio come me. Problemi loro.

Ho vissuto due guerre, figuratevi se potevo spaventarmi per una eventuale contestazione dei tifosi: gli insulti non mi abbattono, semmai mi caricano. E far cambiare idea a chi ti critica è stimolante. Ma non puoi cominciare un’avventura se chi ti sta cercando, prima ancora di iniziare, teme già le conseguenze. C’ho messo poco a lasciar perdere: grazie lo stesso, non sono più disponibile, resto a Bologna e sono felice così”.

Prima, però, si profilò l’ipotesi Juventus per la sostituzione di Allegri, il cui posto venne poi preso da Sarri.

“E’ la rivincita che aspettavo e il mio lavoro non è passato inosservato: il telefono dopo il campionato ha ricominciato a squillare. La Juve, interrotto il rapporto con Allegri, per la seconda volta mi ha cercato per affidarmi la panchina. Poi ha scelto Sarri”.

Next Post

La Juve ha deciso il futuro di Ramsey. Niente sconti da Aaron, due le piste possibili

Sab Apr 10 , 2021
La Juve ha deciso il futuro di Ramsey. Niente sconti da Aaron, due le piste possibili
P