Morata trattiene Cristiano Ronaldo alla Juve: “Contento del gruppo, lo vedo felice”

L’attaccante spagnolo sul momento e sul futuro del portoghese in bianconero: “In un altro club sarebbe lo stesso, ma è abituato a vincere”.

Tra risultati deludenti in campionato e premature eliminazioni in Champions League, il 2021 non è iniziato con il piede giusto. Soprattutto l’eliminazione in Europa pesa ancora nella testa bianconera.

Ne ha parlato anche Alvaro Morata, intervistato da ‘Cadena Ser’. L’attaccante spagnolo ha espresso il proprio rammarico per il mancato raggiungimento di un risultato che sembrava ampiamente alla portata.

“È stato un anno difficile, i dettagli ci hanno eliminato dalla Champions League contro il Porto, che non era una squadra migliore di noi. Abbiamo fatto un errore al primo minuto, concesso un rigore quando dovevamo rimontare e preso un gol da 40 metri sotto la barriera. È colpa di tutti. Se segno subito di testa al primo pallone che ho, la partita è finita e andiamo ai quarti di finale”.

In Spagna si discute molto anche del futuro di Cristiano Ronaldo, che ha ancora un anno di contratto con la Juventus.

“Alla fine ci hanno criticato tutti, ma nessuno ha tutti i titoli che ha Cristiano. Il suo futuro? Tra noi parliamo di tutto tranne che di calcio. Alla fine, quando siamo fuori dal campo, cerchiamo di non parlarne. Vuole andarer via? Se fosse successa la stessa cosa in un altro club sarebbe lo stesso. È abituato a giocare 5 o 6 finali di Champions League. Non è un problema della Juve, lo vedo felice. È contento del gruppo. Il problema è che è abituato a vincere”.

Morata fa anche il punto sul proprio futuro, diviso tra la Juventus dove è in prestito e l’Atlético Madrid, proprietario del suo cartellino – e che l’attaccante spera “vinca la Liga per ciò che rappresenta”.

“Quando sei in prestito e ci sono diversi club in mezzo, la tua opinione conta poco. Ero felice all’Atleti e sono felice alla Juventus, ho un contratto, devo rispettarlo”.

Next Post

Granqvist: "Ibra è il benvenuto"

Mer Mar 24 , 2021
Il difensore svedese sul ritorno di Zlatan
P