Nono infortunio muscolare per Sensi: il sogno Euro 2020 è già finito

Il centrocampista dell’Inter salterà gli Europei dopo l’ennesimo guaio muscolare della sua stagione. E’ il nono infortunio negli ultimi due anni.

L’avventura di Stefano Sensi a Euro 2020 si è chiusa, bruscamente, ancora prima di iniziare. Il centrocampista dell’Inter, dopo l’ennesimo stop di carattere muscolare, rimediato in allenamento, ha alzato bandiera bianca abbandonando il ritiro dell’Italia.

Per il centrocampista ex Sassuolo prosegue quella che a questo punto si può definire una vera e propria “maledizione”. Negli ultimi due anni il classe 1995 ha rimediato ben nove infortuni muscolari che lo hanno costretto a saltare addirittura 39 partite ufficiali.

Il tutto ha inizio il 6 ottobre 2019. Dopo un inizio folgorante impreziosito da tre goal nelle prime sette partite nel suo primo anno a tinte nerazzurre, i muscoli del play nostrano iniziano a presentare il conto durante Inter-Juventus disputata a San Siro. La gara del centrocampista di Urbino dura appena 33′ prima che un problema agli adduttori lo costringa a lasciare il terreno di gioco.

Un mese ai box vanificato dalla ricaduta che il giocatore patisce verso metà novembre chiudendo anzitempo il suo 2019. Alle porte dell’anno seguente il quadro si aggrava: un guaio al polpaccio e un serio infortunio al piede lo costringono ai box per quasi due mesi. Nel mezzo esplode l’emergenza Coronavirus che anestetizza il mondo del calcio sino a giugno quando in un inedito rush finale estivo si completa il campionato a ritmi serratissimi.

Sensi, purtroppo, riprende da dove aveva lasciato e un infortunio al bicipite femorale fa calare il sipario sulla sua stagione 2019-2020.

Si passa poi all’annata 2020-2021, quella che regalerà all’Inter il 19° Scudetto della sua storia: il primo stop arriva ad ottobre, seguito da nuovi tormenti al polpaccio datati inizio febbraio. Nel giorno della cerimonia Scudetto, il numero 12 gioca da titolare contro l’Udinese ma si fa male subito lasciando il posto ad Eriksen. 

Nonostante tutto, Mancini lo ha sempre aspettato, coccolato e apprezzato, considerandolo un imprescindibile all’interno del pacchetto mediano azzurro. Uno ‘status’ puntualmente vanificatosi nella giornata di ieri con l’ennesimo intoppo che gli costerà la vetrina continentale. 

L’esclusione forzata dalla spedizione azzurra, colmata dall’inserimento di Pessina, ha suscitato diverse polemiche anche sul fronte web dove il calciatore è stato preso di mira per i continui infortuni che gli sono costati la prima grande apparizione ad uno dei principali tornei riservati alle nazionali. In sua difesa è intervenuta la fidanzata che su Instagram ha risposto per le rime:

“E’ davvero difficile riuscire a capacitarsi di come faccia certa gente a essere così. Stupida, maleducata, insensibile, cattiva, irrispettosa, incredibilmente ignorante. Una cosa me la auguro, che riceviate lo stesso trattamento al quadrato”.

 

Next Post

Copa America, Tite e il Brasile verso la rinuncia? "Parleremo dopo le qualificazioni"

Ven Giu 4 , 2021
Il tecnico non si sbilancia, ma i verdeoro potrebbero boicottare la competizione ospitata proprio dal Brasile
P