Stangata per De Roon: salterà per squalifica le prime 4 gare del prossimo campionato

Il centrocampista dell’Atalanta si era reso protagonista nel finale del match contro il Milan. Una giornata per McKennie e Lautaro Martinez.

La Serie A 2020/2021 si è conclusa, ma per i calciatori espulsi nel corso dell’ultima giornata o ammoniti e già diffidati, le conseguenze saranno da scontare nel prossimo campionato.

Stangata sicuramente pesante quella rimediata dal centrocampista dell’Atalanta Marten De Roon che, in seguito al secondo rigore concesso al Milan, ha colpito Krunic rimediando l’espulsione. Dopo di che, visibilmente irritato, ha anche spintonato l’arbitro Mariani.

Per questa ragione, De Roon è stato squalificato per quattro giornate e tornerà a disposizione di Gasperini e dell’Atalanta solamente dal quinto turno della Serie A 2021/2022, al netto ovviamente di eventuali ricorsi. “Per aver colpito volontariamente la nuca di un avversario con un pugno senza conseguenze lesive e per aver all’atto del provvedimento di espulsione, spinto leggermente con l’avambraccio il direttore di gara”, si legge nel comunicato del Giudice Sportivo.

Lautaro Martinez e McKennie, invece, erano diffidati e sono stati squalificati per somma di ammonizioni: entrambi salteranno la Supercoppa Italiana tra Inter e Juventus se questa si giocherà prima dell’inizio del campionato. In alternativa, probabile, salteranno il primo turno del campionato. 

Sono stati inoltre squalificati per una giornata i seguenti giocatori, che salteranno così la prima giornata della Serie A 21/22:

  • Toloi e Freuler (Atalanta)
  • Hetemaj (in caso di ritorno in Serie A con una squadra diversa dal Benevento con cui è retrocesso)
  • Bani (in caso di ritorno in Serie A con una squadra diversa dal Parma con cui è retrocesso)
  • Behrami (Genoa)
  • Kyriakopuoulos (Sassuolo)
  • Parolo (Lazio)

 

Next Post

Tuchel: "Con il City divario colmabile"

Lun Mag 24 , 2021
Il tecnico del Chelsea si dice fiducioso di potersi giocare alla pari la finale di Champions contro gli uomini di Guardiola
P