Super offerta dell’Al-Duhail per Calhanoglu: 32 milioni per tre anni

In scadenza col Milan, Hakan Calhanoglu ha in mano un’offerta ricchissima dell’Al-Duhail, club del Qatar. Incontro fissato per la prossima settimana.

Tic, tac, tic, tac. Il tempo sta per scadere. Si avvicina il 30 giugno, data che, per il Milan, ha sempre più le sembianze di un incubo. Perché scade il contratto di Gigio Donnarumma, ma scade anche quello di Hakan Calhanoglu, un altro che potrebbe andarsene a parametro zero. E le offerte, in questo senso, non mancano. L’ultima, quella dell’ Al-Duhail.

Esatto: il club del Qatar dove gioca Medhi Benatia e dove, per un breve periodo, ha militato anche Mario Mandzukic. Calhanoglu, secondo quanto rivelato da ‘Sky Sport’, può compiere il percorso inverso: da Milano alla penisola araba. Anche perché la proposta arrivatagli è di quelle che hanno tremare i polsi.

32 milioni di euro per i prossimi tre anni: questa, sempre secondo ‘Sky’, è l’offerta fatta pervenire a Calhanoglu dall’Al-Duhail. Per la prossima settimana, a tal proposito, è già stato fissato un incontro tra la dirigenza del club e l’agente del trequartista rossonero, chiamato a compiere una scelta che potrebbe portarlo lontano dal calcio europeo.

Ad attenderlo, in Qatar, oltre al ricco contratto offerto c’è anche Sabri Lamouchi, vecchia conoscenza della Serie A e attuale allenatore dell’Al-Duhail che brama dal desiderio di poter contare sul turco per conferire ulteriore lustro alla rosa.

Per Calhanoglu questa è la quarta stagione a Milano e, dopo le difficoltà iniziali che ne hanno rallentato l’ambientamento in una nuova realtà, si è ripreso alla grande diventando il fulcro della manovra offensiva del ‘Diavolo’ sulla trequarti alle spalle di Ibrahimovic. Se questa sia l’ultima annata in Italia non è ancora dato saperlo.

Next Post

Pirlo ha le idee chiare: “Mi riconfermerei, sono qui per questo”

Mer Mag 19 , 2021
Il tecnico bianconero dopo la vittoria della Coppa Italia: "Amo questa società, poi deciderà il club cosa fare. Il mio obiettivo è continuare".
P