Allegri alla vigilia della Supercoppa: “Gioca Perin in porta, Bonucci recuperato”

Intervenuto alla vigilia della sfida di Supercoppa Italiana contro l’Inter, Allegri fa il punto: “Szczesny arriverà all’ultimo minuto per il vaccino”.

Ci siamo: Inter e Juventus si giocano il primo trofeo della stagione, la Supercoppa Italiana, in palio tra i Campioni d’Italia in carica e i vincitori dell’ultima edizione della Coppa Italia.

Intervenuto in conferenza alla vigilia, Massimiliano Allegri, allenatore dei bianconeri, ha presentato il “Derby d’Italia”.

“Chi sarà a disposizione? Non ho le idee tutte chiare: Bonucci ha recuperato, domani sarà a disposizione. Danilo è ancora indietro e non si sente sicuro. Domani gioca Perin in porta: domani Szczesny arriverà all’ultimo minuto perché dobbiamo seguire un protocollo ben definito. Siccome tutti i giocatori si sono vaccinati e lui è l’ultimo che si è vaccinato, il percorso è che fino a dopodomani non ha il Green Pass, il percorso è che lui dovrebbe arrivare allo stadio all’ultimo momento e quindi all’ultimo momento andrà in panchina. Vediamo tra gli altri chi ci sarà”.
“Da valutare le condizioni di Dybala, perché non era in programma che giocasse così tanto contro la Roma. Alex Sandro totna a disposizione: Bonucci, come ho detto, ci sarà, ma non è pronto per una partita intera. Con noi ci sarà anche De Winter”.
“Affrontiamo la squadra più forte del campionato: sarà una partita secca che non andrà a intaccare il nostro cammino, qualunque sia il risultato. La partita di domani va giocata con entusiasmo e voglia: da domani poi bisognerà tornare a pensare al campionato”.
“Chiesa? Dispiace per l’infortunio che ha avuto, per lui in primis e poi per il calcio italiano. Per ovviare a questa mancanza tutti dobbiamo fare qualcosina in più”.
“Se l’infortunio di Chiesa cambia qualcosa in ottica mercato? La rosa è questa e rimaniamo assolutamente con questa”.
“Se ho sentito Marotta in questi anni? Sì l’ho sentito: io con i miei dirigenti con cui ho lavorato ho sempre mantenuto rapporti perché oltre l’aspetto professionale c’è quello umano. Con Marotta sono stati 5 anni meravigliosi, è normale che rimani legato”.
“Landucci ha perso 6 anni di vita in panchina? In tribuna stavo molto più tranquillo perché vedi le partite più rallentate. Landucci deve prepararsi perché ho ancora la squalifica in Coppa Italia da scontare: poi hanno fatto bene, quindi ho pensato anche di non andare in panchina domani per superstizione”.

A margine della stessa conferenza, il capitano della Juventus, Giorgio Chiellini, ha parlato dello stato della sua squadra.

“Noi bisogna avere equilibrio nel nostro percorso: una vittoria come quella di domenica ti dà una botta di energia e adrenalina anche in ottica fiducia. Ci giochiamo un titolo con grande umiltà. In una partita come questa contro l’Inter non sottovaluti niente: hanno grande qualità tecnica e fisica. Sono in fiducia e stanno veramente bene, ma non vuol dire che in partita secca siano imbattibili. Mi dispiace per Federico: l’ho vissuto due anni fa e so cosa vuol dire, ma Federico è giovane e può da questo infortunio maturare e tornare più forte. E’ stata una brutta botta per la Juve e per la Nazionale”.
“Le assenze di Cuadrado e De Ligt? Faccio un appello: che venga cambiato il regolamento, ma lo dico da tanti anni, perché non ha senso. In passato è capitato che chi è ammonito o espulso in campionato debba saltare le finali: è una cosa che non ha una logica, quindi mi auguro che chi di dovere faccia al più presto in modo di favorire lo spettacolo. Giocheremo senza Cuadrado e De Ligt e va bene, ma cambiamola questa cosa perché in questa partita, che è una partita a sè tra chi ha vinto il campionato e chi la Coppa Italia, è giusto che giochino i migliori”.
“Inter favorita? Chiede a Bastoni cosa gli ho detto ad ottobre quando erano a tanti punti dalla vetta: gli ho detto ‘guarda Basto, il campionato lo potete perdere solo voi'”.

Next Post

Napoli: da domani Osimhen in gruppo

Mar Gen 11 , 2022
"Grazie alla sua struttura fisica, al suo impegno ed al nostro operato, siamo riusciti a risolvere una situazione davvero disastrosa”
P