Atalanta-Torino va giocata: respinto il ricorso dei nerazzurri

Come per Bologna-Inter e Udinese-Salernitana la Corte d’Appello dispone che il match non giocato al “Gewiss Stadium” lo scorso 6 gennaio debba essere giocato.

Cresce il numero delle partite di Serie A da recuperare. Dopo aver bocciato i ricorsi di Udinese e Inter per le partite rispettivamente contro la Salernitana, non giocata il 21 dicembre 2021, e il Bologna (6 gennaio), anche Atalanta-Torino si dovrà giocare.

Dopo aver scelto la stessa linea per Udinese-Salernitana e Bologna-Inter, la Corte sportiva d’appello ha respinto anche il ricorso dell’Atalanta relativamente alla partita contro il Torino. Il match non giocato all’Epifania al “Gewiss Stadium” dovrà quindi essere recuperato, nonostante anche la Lega si fosse schierata dalla parte del club neroazzurro per chiedere il 3-0 a tavolino.

Quel giorno la squadra di Gasperini si recò regolarmente allo stadio, aspettando i 45 minuti di rito insieme al gruppo arbitrale, salvo poi lasciare l’impianto una volta constatato il mancato arrivo del Torino, bloccato in Piemonte dalle disposizioni dell’Asl locale che aveva imposto un periodo di quarantena domiciliare per il gruppo squadra di almeno 5 giorni a causa del focolaio di Coronavirus, così come era accaduto a Bologna e Salernitana. La decisione della Corte d’Appello arriva dopo quella analoga del Giudice Sportivo che in primo grado aveva stabilito che la gara si dovesse disputare.

 

Next Post

Atalanta, Boga: "Oggi ci siamo riscattati"

Gio Feb 17 , 2022
Tutta la gioia di Jeremie Boga, neoacquisto della Dea, dopo la vittoria contro l'Olympiacos in Europa League.
P