Barcellona, fiducia incondizionata a Xavi. Laporta: “Può restare tutto il tempo che vuole”

Il presidente blaugrana vuole contraccambiare i risultati e i cambiamenti portati dall’ex bandiera catalana.

Come dimostrano le zero sconfitte registrate dal 20 gennaio a oggi, negli ultimi tre mesi il Barcellona ha definitivamente cambiato marcia e questo, in gran parte, lo si deve alle idee e al carisma portato in casa catalana da Xavi, arrivato al Camp Nou in corso d’opera in sostituzione di Koeman e ora elogiato a più riprese dai dirigenti blaugrana.

Penso che Xavi possa restare qui tutto il tempo che vuole. Conosce e ama il Barcellona e come ha fatto da calciatore vuole contribuire a costruire qualcosa di importante. Voglio fare in modo che si senta sempre a suo agio e gli riconoscerò anche in termini contrattuali il lavoro che sta facendo, non sono affatto preoccupato di trovare un accordo con lui” ha affermato Laporta al Mundo Deportivo.

“Non sono pentito di non averlo chiamato a inizio anno, ma rimpiango di aver sbagliato la decisione. Avevo pensato di cambiare allenatore al termine della scorsa stagione, poi abbiamo vinto la Copa del Rey e parlando con Koeman e riflettendo su varie cose ho pensato che non fosse opportuno cambiare allenatore in quel momento e ho voluto dargli una seconda possibilità” ha spiegato il numero uno blaugrana.

“A un certo punto della stagione però ho capito che non stavamo prendendo la strada giusta e così ho ripreso i contatti con Xavi, gli ho chiesto se poteva venire subito a Barcellona e quando mi ha detto sì abbiamo cercato di risolvere i problemi del suo contratto e l’abbiamo portato qui” ha concluso soddisfatto Laporta.

Next Post

Torino, per Andrea Belotti spunta una nuova pretendente

Sab Mar 26 , 2022
Il centravanti del Torino non ha ancora rinnovato il proprio contratto coi granata, e in Serie A gli estimatori non mancano, così come all'estero.
P