Bonazzoli, l’agente replica a De Sanctis: “Dette inesattezze”

Tullio Tinti risponde alle accuse del direttore sportivo della Salernitana circa la mancata volontà dell’attaccante di tornare in granata: “Hanno fatto un’offerta al ribasso proponendo anche il rinnovo del contratto”.

Tensione strisciante in casa Salernitana sul fronte mercato. All’indomani della presentazione del direttore sportivo Morgan De Sanctis, che non ha risparmiato dichiarazioni al veleno nei confronti di Federico Bonazzoli, è arrivata la replica dell’agente dell’attaccante bresciano, Tullio Tinti, che ha fornito la propria versione circa la trattativa per il riscatto dell’attaccante, di proprietà della Sampdoria e in prestito ai granata nello scorso campionato, accusato da De Sanctis di non essere entusiasta circa la possibilità di tornare a Salerno.

“A fronte di una loro offerta di quattro anni del 30/40% in meno di quello che ha in essere – le parole di Tinti a ‘Telecolore’ – io ho chiesto i 15% in più di quello che ha, perchè comunque mi hanno chiesto di allungare il contratto di un anno”.

Secondo Tinti le possibilità di rivedere Bonazzoli alla Salernitana sono ancora concrete: “Per me i margini per riaprire la trattativa ci sono, ma ho voluto specificare che il direttore sportivo in conferenza ha detto un’inesattezza, altrimenti non intervenivo neppure, sono uno che parla poco”.

“Bisogna dire come stanno le cose e non far passare messaggi sbagliati – la conclusione – La volontà del giocatore è quella di tornare a Salerno, però se la Salernitana di primo acchito ti offre il 30-40% in meno ad un giocatore che è già stato lì, ha fatto bene e potevano riscattarlo non è il giocatore che non è entusiasta, ma piuttosto la Salernitana”.

Next Post

La rivelazione di Gasperini: "Volevo lasciare l'Atalanta"

Dom Lug 3 , 2022
A poche ore dal raduno il tecnico della Dea svela il contenuto di un colloquio con i Percassi al termine della scorsa stagione: "Pensavo di avere fatto il mio tempo qui, ma la società e i tifosi mi hanno mostrato affetto. Mercato? È stato sbagliato tanto".
P