Comunicato FIFA/UEFA: niente mondiale in Qatar per la Russia

La Russia viene ufficialmente estromessa dal prossimo Mondiale. Una presa di posizione dura da parte di UEFA e FIFA. Ora, al vaglio i possibili scenari per i playoff di marzo.

Dopo giorni di tentennamenti e minacce a metà, FIFA e UEFA diramano finalmente un comunicato congiunto col quale estromettono la nazionale allenata da Valeriy Karpin dagli spareggi per accedere ai Mondiali di Qatar 2022 e da ogni altra competizione internazionale fino a nuovo avviso. 

Una scelta inevitabile, anche alla luce delle prese di posizione da parte di Polonia, Svezia e Repubblica Ceca. Questo il comunicato col quale FIFA e UEFA hanno annunciato la decisione:

“A seguito delle decisioni iniziali adottate dal Consiglio FIFA e dal Comitato Esecutivo UEFA, che prevedevano l’adozione di misure aggiuntive, la FIFA e la UEFA hanno deciso oggi insieme che tutte le squadre russe, sia le rappresentative nazionali che le squadre di club, saranno sospese dalla partecipazione alle competizioni FIFA e UEFA fino a nuovo ordine.

Queste decisioni sono state adottate oggi dal Bureau del Consiglio FIFA e dal Comitato Esecutivo della UEFA, rispettivamente i più alti organi decisionali di entrambe le istituzioni su tali questioni urgenti.

Il calcio è completamente unito qui e in piena solidarietà con tutte le persone colpite in Ucraina. Entrambi i presidenti sperano che la situazione in Ucraina migliori significativamente e rapidamente in modo che il calcio possa essere di nuovo un vettore di unità e di pace tra i popoli”.

Dunque, cosa cambia ora per le competizioni nelle quali le squadre russe erano impegnate? La conseguenza più grossa è il passaggio della Polonia, avversaria della Russia nelle semifinali, direttamente alla finale. Inolte, pe rqiuanto riguarda l’Europa League, il Lipsia, che era stato sorteggiato contro lo Spartak Mosca per gli ottavi, dovrebbe passare direttamente ai quarti.

Non si è di certo fatta attendere, in serata, il duro comunicato proprio dello Spartak Mosca:

“Il duro verdetto di UEFA e FIFA è legato alla posizione delle organizzazioni in merito agli eventi sul territorio ucraino. Oltre allo Spartak, tutti i club e le squadre russe sono esclusi dalle competizioni internazionali.

La decisione di FIFA e Uefa, ovviamente, ci ha sconvolto, anche se ci si aspettava. Sfortunatamente, gli sforzi della nostra squadra in questo sorteggio di Europa League sono stati cancellati per ragioni il più lontano possibile dallo sport.

Lo Spartak ha milioni di fan non solo in Russia, ma in tutto il mondo. I nostri successi e fallimenti uniscono persone provenienti da decine di paesi diversi e, anche nei momenti più difficili, lo sport, dal punto di vista del club, dovrebbe costruire ponti, non bruciarli. È stata presa un’altra decisione, con la quale non siamo d’accordo, ma siamo costretti a obbedire. “Spartak” si concentrerà sulle prestazioni nel campionato di Russia e nella Coppa del paese. Non vediamo l’ora di raggiungere la pace di cui tutti hanno bisogno il prima possibile”.

Oltre alla reazione del club di Mosca, è arrivato il coomunicato della Federazione Russa:

“La Federcalcio russa è categoricamente in disaccordo con la decisione di FIFA e UEFA di sospendere a tempo indeterminato tutte le squadre russe dalla partecipazione alle partite internazionali.

Riteniamo che questa decisione sia contraria alle norme e ai principi della competizione internazionale, nonché allo spirito dello sport. Ha un evidente carattere discriminatorio e danneggia un numero enorme di atleti, allenatori, dipendenti di club e squadre nazionali e, soprattutto, milioni di tifosi russi e stranieri, i cui interessi devono innanzitutto tutelare le organizzazioni sportive internazionali.

Tali azioni stanno dividendo la comunità sportiva mondiale, che ha sempre aderito ai principi di uguaglianza, rispetto reciproco e indipendenza dalla politica.

Ci riserviamo il diritto di impugnare la decisione della FIFA e della UEFA in conformità con il diritto sportivo internazionale”.

Next Post

Buffon-Parma fino al 2024, Gigi: "Posso dare ancora tanto"

Lun Feb 28 , 2022
L'ex portiere della Juventus e della Nazionale ha annunciato con una conferenza stampa che continuerà a giocare per altre due stagioni
P