Due top club italiani su Bernardeschi: l’addio alla Juve è vicino

Resta ampia la distanza tra la Juventus e il centrocampista della Nazionale, a scadenza con i bianconeri nel prossimo giugno: Inter e Milan provano ad approfittarne.

Dopo una prima parte di stagione più che deludente, la Juventus ha ripreso a marciare con il passo delle prime in classifica. Se basterà o meno per un clamoroso reinserimento nella corsa allo scudetto lo si saprà solo nelle prossime settimane, ma l’obiettivo minimo di allenatore e società è la qualificazione alla prossima Champions League, oltre che quello di fare più strada possibile nell’attuale edizione della massima competizione europea.

Juventus, i big in scadenza il 30 giugno

Poter contare sugli introiti Uefa garantiti dalla Champions è infatti fondamentale anche per le strategie di mercato della prossima estate, considerando anche lo sforzo già sostenuto per acquistare Dusan Vlahovic e quello che potrebbe essere in vista per il rinnovo di Paulo Dybala.

L’argentino non è però l’unico big che andrà in scadenza con la Juventus nel prossimo mese di giugno. Il futuro in bianconero è infatti in bilico anche per Mattia De Sciglio e Mattia Perin, ma soprattutto per Juan Cuadrado e Federico Bernardeschi.

Bernardeschi-Juve lontani: spunta l’interesse di Inter e Milan

Si tratta di situazioni differenti l’una dall’altra, ma se per l’esterno colombiano il rinnovo sembra essere questione di giorni e se il portiere dovrebbe essere lasciato libero di accasarsi altrove, la trattativa per il prolungamento di Bernardeschi non accenna a sbloccarsi. 

La distanza tra domanda e offerta è sensibile, così dopo la richiesta dei dirigenti juventini di abbassare il proprio ingaggio a 4 milioni rispetto ai 4,5 attuali di base fissa, non accolta da Bernardeschi, è ora spuntata l’indiscrezione riguardo a presunti abboccamenti dell’entourage del giocatore con Inter e Milan.

Federico Bernardeschi e la rinascita dopo Euro 2020

A riportare la notizia è ‘Il Giornale’, secondo il quale però le due società milanesi sarebbero piuttosto fredde a riguardo, proprio alla luce dell’elevato ingaggio del jolly di Carrara, che dallo scorso 1° febbraio sarebbe già libero di accordarsi con un altro club senza che la Juventus incassi un euro dalla sua partenza.

L’agente del centrocampista offensivo ex Fiorentina, Federico Pastorello, non si è sbilanciato circa il futuro del proprio assistito, in forza alla Juventus dal 2017, ma che sembra aver acquisito nuova autostima dopo aver vissuto Euro 2020 da coprotagonista del trionfo dell’Italia di Roberto Mancini e che non a caso, complice anche il ritorno di Max Allegri, ha visto aumentato sensibilmente il proprio minutaggio nell’attuale stagione dopo aver vissuto ai margini la stagione con Andrea Pirlo in panchina.

Next Post

Serie A 2021-22, Juventus-Torino: le formazioni ufficiali

Ven Feb 18 , 2022
Allegri perde in extremis Rugani e si affida al tridente Dybala-Vlahovic-Morata. Juric schiera Belotti dal primo minuto.
P