Il Milan frena ancora, Pioli avvisa: “Può finire come l’anno scorso”

8 punti nelle ultime 7 gare interne per il Milan che torna a vedere i fantasmi dell’anno scorso: l’Inter rischia di allungare in vetta.

8 punti sui 21 disponibili nelle ultime sette uscite interne di campionato per il Milan: ruolino che non rispecchia l’ambizione di una squadra in lotta per strappare lo Scudetto all’Inter, volata a +4 e con una gara ancora da recuperare.

Rossoneri agganciati dal Napoli in classifica e ridimensionati dallo 0-0 contro una Juventus incapace di tirare in porta nell’arco dei novanta minuti: troppo poco per poter continuare a coltivare il sogno di scucire il tricolore dal petto dei cugini, in attesa dello scontro diretto in programma al rientro dalla sosta.

Un eventuale passo falso spianerebbe, con ogni probabilità, la strada all’Inter verso la seconda stella e per il Milan si profilerebbe un finale di stagione sulla falsariga di quello dello scorso anno, quando i ragazzi di Pioli dovettero ripiegare sul secondo posto e la qualificazione in Champions League ottenuta all’ultima giornata.

Un rischio esistente, a cui ha fatto riferimento lo stesso Pioli dopo il triplice fischio di Milan-Juventus.

“Dobbiamo rimanere attaccati alle prime: se vogliamo ottenere qualcosa di straordinario dobbiamo fare qualcosa di eccellente. Ora dovremo vincere il derby per restare attaccati all’Inter e provarci fino alla fine, altrimenti per noi sarà un campionato molto simile a quello dell’anno scorso. E’ un momento in cui le partite son difficili per tutte e vincerle è davvero complicato: ci vuole il guizzo, la giocata, bisogna essere sempre più convinti. Ritroveremo quella fluidità e quella spensieratezza che dobbiamo avere, perché non dobbiamo farci condizionare da altre cose”.

Insomma, la prospettiva di assistere ancora alle vittorie altrui è reale, e nemmeno il vantaggio dell’assenza nelle coppe europee potrebbe fare la differenza per un gruppo che attende di conoscere l’esito degli esami a cui si dovrà sottoporre Zlatan Ibrahimovic.

Lo svedese ha lasciato il campo di San Siro poco prima della mezz’ora a causa di un dolore al tendine d’Achille, che già in passato gli ha dato filo da torcere: la speranza di Pioli e della tifoseria è che si possa allontanare lo spauracchio di un Ibra a mezzo servizio, non proprio la notizia migliore per guardare con fiducia al futuro.

Next Post

La prima doppietta di Verratti con il PSG

Lun Gen 24 , 2022
Nel gennaio 2022, Marco Verratti ha realizzato la sua prima doppietta con la maglia del Paris Saint-Germain in occasione della vittoria dei parigini per 4-0 contro il Reims.
P