Il Milan non segna più: il Toro resiste e riapre il campionato

Termina senza reti il posticipo domenicale della 32ª giornata: rossoneri quasi mai pericolosi e condizionati dalle assenze, ora l’Inter è a -2 dal primo posto con una partita in meno. Sorridono anche Napoli e Juventus.

Poco meno di un anno dopo il clamoroso 7-0 che blindò di fatto la qualificazione del Milan in Champions League dopo sette anni di assenza dalla competizione è amaro il ritorno della squadra di Pioli al “Grande Torino” contro i granata.

Il posticipo domenicale della 32ª giornata finisce infatti senza reti complicando non poco la corsa allo scudetto dei rossoneri.

Il secondo pareggio consecutivo per 0-0 dopo quello contro il Bologna fa infatti la felicità dell’ Inter , l’unica delle pretendenti al Tricolore a vincere nel weekend: ora la squadra di Inzaghi è a -2 dal primo posto e torna a essere capolista virtuale dovendo recuperare la gara di Bologna il 27 aprile.

Sorride in fondo anche il Napoli nonostante la sconfitta del pomeriggio contro la Fiorentina: gli azzurri sono appaiati all’Inter, a parità di partite rispetto al Milan, ma ancora in piena corsa per il titolo. Come, del resto, la Juventus , quarta, ma “solo” a -6 dal primo posto. Insomma sarà un finale di campionato da brividi anche per merito del Torino, che in attesa di ospitare il Napoli (8 maggio) riserva al Milan lo stesso trattamento dato a Juventus e Inter, fermate sul pareggio nel girone di ritorno.

Partita poco spettacolare quella del “Grande Torino”, che ha visto la squadra di Juric riuscire a imbrigliare un Milan che ha giocato sottoritmo e con poche idee. La trasferta piemontese era iniziata male per la capolista, costretta a rinunciare in extremis a quattro giocatori non convocati (Bennacer, Castillejo, Ibrahimovic e Rebic) e di fatto quasi mai pericoloso: significativo delle difficoltà dei rossoneri il fatto che il più pericoloso sia stato Calabria con un tiro a giro nel primo tempo.

Hanno insomma vinto le difese, con Bremer a giganteggiare su Giroud, al tiro solo una volta in 90 minuti, e la coppia Singo-Vojvod a implacabile su Saelemaekers e Leao . Ancora spento Diaz, Pioli nella ripresa ha provato nella ripresa con l’unica carta offensiva a disposizione in panchina, Messias, ma senza risultati. Torino più brillante anche sul piano atletico, ma anche per Maignan è stata una serata di vacanza eccetto una bella respinta su Vojvoda ad inizio secondo tempo.

Next Post

Ligue 1, 31° giornata: vincono Monaco e Bordeaux, cade il Nizza

Dom Apr 10 , 2022
Bei successi di Monaco e Bordeaux, che battono in casa rispettivamente Troyes e Metz. Il Lille fermato in trasferta sul pari dall'Angers.
P