Inter-Milan, Pioli: “Derby non cambia ambizioni Scudetto. Serve concentrazione”

L’allenatore rossonero si mostra carico e concentrato per la gara con l’Inter, consapevole delle difficoltà ma anche dei punti di forza della sua squadra.

Il tecnico del Milan Stefano Pioli ha parlato oggi in conferenza stampa per presentare la sfida con l’Inter valida per la semifinale di ritorno di Coppa Italia. Il Milan ha superato il turno o vinto il trofeo in cinque delle otto sfide nella fase a eliminazione diretta contro l’Inter in Coppa Italia. Tuttavia, l’ultima sfida doppia sfida andata/ritorno tra queste due formazioni ha visto il passaggio del turno dei nerazzurri, nei quarti di finale del 1999/2000.

Queste le parole di Stefano Pioli:

“I particolari faranno la differenza. Servirà scendere in campo con grande attenzione e concentrazione per tutta la partita. Noi abbiamo le nostre qualità. L’Inter in campo aperto sa essere molta pericolosa, ma poi molto dipendere dalle differenti letture durante la partita. Serve vincere ogni gara se desideriamo lottare fino alla fine. Io noto una squadra davvero concentrata e super motivata. Il derby può influire sullo Scudetto? No. Noi sappiamo benissimo quale deve essere il percorso in campionato e non è collegato a domani. Contro l’Inter faremo il possibile, ma è un altro tipo di percorso: dobbiamo pensare di poter vincere tutte le partite da qua alla fine”.

Pioli commenta anche le recenti voci sulla possibile vendita societaria al fondo mediorientale Investcorp:

“Non se ne è parlato ma nulla e nessuno ci potrà togliere la concentrazione per il finale di stagione. La società ci è vicinissima, ieri era presente così come sempre. Il presente del Milan è molto solido e il futuro potrà essere anche migliore”.

Il Mila arriva molto bene a questa gara, non prendendo gol da ben sette partite consecutive:

“Non prendere gol è fondamentale. Sono sorpreso perché il nostro gioco ci porta a prendere qualche rischio in fase difensiva. Siamo migliorati tutti e serve continuare in questo modo. Domani affronteremo giocatori di grande qualità: l’attenzione dovrà essere di alto livello”.

Infine una parola anche sui singoli:

“Calabria e Romagnoli valutiamo oggi. Davide ieri ha avuto qualche problema, ma oggi si dovrebbe allenare. Romagnoli non si è ancora allenato col gruppo, oggi vedremo. Gabbia ha avuto solo un affaticamento: sta bene. Rebic? È ok e può essere decisivo. Per come gioca l’Inter è cruciale coprire Brozovic, dunque è molto più probabile che domani giochi uno fra Kessie e Krunic piuttosto che Diaz dall’inizio”.

Next Post

Inter-Milan, Inzaghi: "Coppa Italia è nostro obiettivo, ma il campionato è un'altra cosa"

Lun Apr 18 , 2022
Sulla falsariga di Pioli, anche Inzaghi considera Coppa Italia e Serie A due competizioni che non si influenzano. Tuttavia, la finale è un grande obiettivo nerazzurro.
P