Inzaghi: “Bologna? Ci lecchiamo le ferite ma non molliamo. A Udine fiduciosi per Handanovic”

Reduci da una sconfitta contro la formazione di Sinisa Mihajlovic, i nerazzurri affronteranno domani l’Udinese. Ecco le parole del tecnico dell’Inter alla vigilia del match

Alla vigilia della sfida contro l’Udinese, il tecnico nerazzurro Simone Inzaghi ha parlato nella consueta conferenza stampa del prossimo match che vedrà l’Inter impegnata con la formazione di Gabriele Cioffi alla Dacia Arena. Ma non solo. L’argomento che ha tenuto banco più di tutti durante l’intervista è stato il recupero disputato mercoledì scorso contro il Bologna.

Dopo la sconfitta al Dall’Ara: “L’umore non era dei migliori, la delusione è stata forte. In questi giorni ho visto la squadra bene e con un ottimo spirito di gruppo. Stanno reagendo nel migliore dei modi e so che ci vogliono credere fino alla fine. A fine stagione faremo i conti, ci auguriamo di poter regalare altre soddisfazioni alla squadra dopo la Supercoppa”.

E sull’errore di Radu: “Se si fosse stati sul 3-1 non se ne sarebbe nemmeno parlato. Questo recupero col Bologna aveva fatto parlare tanto, ora ci lecchiamo le ferite ma non molliamo, mancano quattro partite e può succedere di tutto. Radu si è sempre allenato nel migliore dei modi, è un ottimo professionista. Io sono per una gerarchia nei portieri. Mi ha sempre dato fiducia in allenamento e non ho pensato che gli sarebbero servite delle partite in più”.

“Dovevamo essere più cinici e ammazzare la partita in quel momento. Bologna per noi era fondamentale, ora siamo ad inseguire ma noi dobbiamo focalizzarci su quello che dobbiamo fare noi senza guardare quello che succede sugli altri campi, sapendo che è un campionato che ogni domenica riserva delle sorprese”

Handanovic? “Ha avuto un problema importante. Stamani ha fatto un lavoro parziale non in gruppo, domani mattina ci proverà e ci sono delle speranze. Se non dovesse farcela ci sarà Radu e Cordaz”.

 

Next Post

Allegri: "Se potessi rigiocherei la Champions..."

Sab Apr 30 , 2022
Allegri, in conferenza in vista della sfida col Venezia, ammette che se avesse un jolly per potersi rigiocare qualcosa sceglierebbe la Champions League.
P