Juric non si dà pace: “Rigore negato? Oltre l’immaginabile”

L’allenatore è del Torino deluso per il pareggio subito in extremis contro l’Inter e recrimina per il penalty non concesso su Belotti.

Il Torino allunga a sette la striscia di partite di campionato senza vittorie e va solo a un passo dal battere l’Inter, che rimedia solo al 91′ con Alexis Sanchez al gol incassato in apertura da Gleison Bremer.

Intervistato da ‘Dazn’ al termine della partita il tecnico dei granata Ivan Juric è sconsolato: “Nel primo tempo abbiamo giocato molto bene, mentre nella ripresa abbiamo sofferto un po’, poi ci siamo ripresi, ma non siamo riusciti a chiuderla e alla fine abbiamo preso gol come succede troppo spesso”.

L’allenatore del Toro ha poi parlato del contatto Ranocchia-Belotti nel primo tempo nell’area dell’Inter sul quale arbitro e Var hanno sorvolato: “Ultimamente sono successi diversi episodi che ci hanno penalizzato, dal gol annullato contro il Venezia a quello di oggi che è veramente inspiegabile, ai tempi del Var è oltre l’immaginabile. Se fossimo andati sul 2-0 la partita sarebbe cambiata. Se abbiamo parlato con Guida? No, ho preferito evitare, altrimenti divento cattivo…”.

Dopo essersi soffermato su un paio di singoli Juric ha poi allargato il raggio della riflessione sui margini di crescita della squadra: “Lukic ha trovato la sua posizione in campo e sta facendo un campionato importante, Pobega è il giocatore che lega i reparti. Siamo lontani anni luce dalle squadre più forti, a livello tecnico e non solo. C’è da lavorare tanto, ci manca la giusta furbizia”


 

Next Post

Dortmund incostante, Rose getta la spugna: "Dobbiamo abituarci"

Dom Mar 13 , 2022
Nonostante il successo di misura sull'Arminia il tecnico sembra aver esaurito la scorta di soluzioni per la discontinuità della sua squadra.
P