La lista UEFA della Juventus: perché c’è ancora Chiesa

La Juventus ha presentato la lista UEFA per la seconda fase della Champions League e c’è ancora Chiesa nonostante la sua stagione sia finita.

La Champions League si appresta ad entrare nella sua seconda fase e, come di consueto, ai club ancora in corsa nella competizione, è stato consentito di apportare della modifiche alla propria lista dei giocatori schierabili. Anche la Juventus, come tutte le altre squadre, ha presentato la sua nuova lista UEFA e le sorprese non sono mancate.

In particolare sono state due le scelte che hanno fatto discutere: il mancato inserimento di Kaio Jorge e la presenza di Federico Chiesa.

Il giovane talento brasiliano non sarà quindi a disposizione per le prossime partite di Champions League, mentre lo sarà paradossalmente Chiesa nonostante sia stato vittima di un infortunio che ha posto fine con largo anticipo la sua stagione.

QUANDO RIENTRA FEDERICO CHIESA

Federico Chiesa si è infortunato gravemente al ginocchio sinistro lo scorso 9 gennaio, in occasione di un Roma-Juventus di campionato. L’attaccante bianconero ha riportato una lesione del legamento crociato anteriore e, per tale motivo, è stato costretto a sottoporsi ad un intervento chirurgico.

Chiesa è stato operato a Innsbruck lo scorso 23 gennaio e, come spiegato da una nota della Juventus, per rivederlo in campo serviranno circa sette mesi.

La stagione di Chiesa è quindi da considerarsi chiusa ed in nessun caso potrà di nuovo scendere in campo nel corso di questa edizione della Champions League.

PERCHÈ NON È STATO INSERITO KAIO JORGE

Il regolamento UEFA prevede che, rispetto alla prima lista presentata, si possano apportare solo tre cambi. La Juventus ha quindi escluso dalla lista presentata a settembre Ramsey, Kulusevski e Bentancur, ovvero tre giocatori ceduti nel corso della sessione invernale di calciomercato, ed ha inserito i suoi due grandi colpi di gennaio: Dusan Vlahovic e Denis Zakaria.

Restava un altro ‘slot’ a disposizione e a farlo suo è stato Luca Pellegrini. L’esterno bianconero è riuscito a ritagliarsi il suo spazio nel corso della prima metà di stagione, tanto da rivelarsi molto più di una semplice alternativa. A sinistra ha sempre offerto buone prestazioni e lo ha fatto mentre Alex Sandro ha alternato buone partite ad altre decisamente più deludenti.

Massimiliano Allegri ha quindi preferito inserire un esterno difensivo in più a discapito di un attaccante e questo anche perché Alvaro Morata è alla fine non ha lasciato Torino (si era parlato di un possibile addio a gennaio) e quindi il reparto offensivo è rimasto comunque numericamente molto folto.

Il nome di Kaio Jorge non figurava nemmeno nella lista UEFA presentata a settembre.

PERCHÈ NON È STATO ESCLUSO CHIESA

Avendo già sostituito Ramsey, Kulusevski e Bentancur con Vlahovic, Zakaria e Pellegrini, l’esclusione di Chiesa sarebbe stata inutile.

La scelta è quindi di fatto stata dettata dal limite dei tre cambi a disposizione.

LA LISTA UEFA DELLA JUVENTUS

La Juventus ha presentato lo scorso 2 febbraio la nuova lista dei 23 giocatori schierabili in Champions League

Portieri: Perin, Pinsoglio, Szczesny

Difensori: Bonucci, Chiellini, Cuadrado, Danilo, De Ligt, De Sciglio, Alex Sandro, Rugani, Pellegrini

Centrocampisti: Zakaria, Bernardeschi, Chiesa, Locatelli, McKennie, Rabiot, Arthur

Attaccanti: Dybala, Kean, Morata, Vlahovic

QUANDO TORNA LA JUVENTUS IN CAMPO IN CHAMPIONS

La Juventus si è guadagnata l’accesso agli ottavi di finale di Champions League vincendo il Gruppo H.

I bianconeri riprenderanno il loro cammino nella competizione sfidando il Villarreal. La gara di andata si giocherà in Spagna il prossimo 22 febbraio, mentre quella di ritorno è in programma per il 16 marzo.

Next Post

Zaniolo, Mou rassicura i tifosi: "Con la Roma fino al 2024"

Ven Feb 4 , 2022
Il tecnico giallorosso torna sulla questione del rinnovo del 22enne centrocampista dopo le ambigue parole del ds Tiago Pinto
P