Manchester City: Mendy non colpevole di una delle accuse di stupro

Benjamin Mendy è stato dichiarato non colpevole di un’accusa di stupro al processo per le molteplici accuse di violenza sessuale.

Il giocatore del Manchester City Benjamin Mendy è stato dichiarato non colpevole di un’accusa di stupro su indicazione del giudice nel processo in corso presso la Chester Crown Court.

Mendy, 28 anni, è stato scagionato per lo stupro di una 19enne avvenuto nella sua casa nel Cheshire il 24 luglio dello scorso anno.

Il co-accusato di Mendy, Louis Saha Matturie, 41 anni, è stato scagionato da due accuse di stupro e una di violenza sessuale nei confronti della stessa donna.

Il giudice Stephen Everett ha ordinato alla giuria di scagionare i due imputati dopo che l’accusa non ha offerto ulteriori prove.

Mendy e Matturie restano sotto processo per una serie di altri presunti reati sessuali, che entrambi negano.

Mendy è stato sospeso dal City il 26 agosto 2021 e da allora non gioca più per il City.

Next Post

Polemiche Juventus-Salernitana: interviene Gravina, parole molto dure

Mar Set 13 , 2022
Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, interviene sulle polemiche dopo Juventus-Salernitana difendendo arbitri e Var
P