Mathys Tel, il minorenne più pagato nella storia del Bayern

Alla scoperta dell’ultimo, fenomenale talento pescato dai bavaresi. Classe 2005, di ruolo attaccante, sarà l’erede di Lewandowski nel giro di 3/4 anni?

Il Bayern Monaco ha chiuso l’era Robert Lewandowski, ma rimane fermamente ancorato ai suoi principi e guarda in prospettiva per ricostruire il reparto avanzato. Ha fatto rumore in tal senso la notizia dell’acquisto di Mathys Tel per una cifra di poco inferiore ai 30 milioni. Niente di sbalorditivo, viste le cifre che circolano nel calcio del XXI secolo. Se non fosse che il calciatore in questione ha solamente 17 anni.

Ad essere precisi, i bavaresi verseranno nelle casse del Rennes 20 milioni di euro più 8,5 milioni di bonus per un adolescente con appena 9 presenze da professionista. Eppure, le caratteristiche del talento classe 2005 hanno stregato Hasan Saihamidzic e i talent scout bavaresi, che hanno deciso di fare all-in sul talento classe 2005.

Giocatore veloce, molto dinamico e dotato di visione di gioco, Tel rappresenta perfettamente il prototipo di attaccante moderno. Alto 1,83 m, agisce da centroavanti ma può allargarsi per interpretare il ruolo di ala sulle due fasce. “Un giorno segnerà 40 gol a stagione” – ha detto di lui il tecnico del Bayern Julian Nagelsmann, giusto per mettere quel filino di pressione in più al ragazzo.

Un acquisto avvallato dunque in pieno dall’allenatore del Bayern, già incantato dalle abilità del 17enne, di cui avrà avuto ampia descrizione dal sempre impeccabile reparto scouting del club tedesco. È il minorenne più pagato nella storia del club, nonchè il quarto acquisto più caro in assoluto per i bavaresi. Manterrà le aspettative? Tempo al tempo… Ma difficilmente il Bayern spreca soldi. Dunque, sarebbe caldamente consigliato tenere d’occhio il teenager francese.

 

Next Post

Torino, due nomi dall'estero per il dopo Bremer

Mar Lug 26 , 2022
Il DS granata Vagnati valuta con scrupolo la scelta dell'erede del centrale di difesa brasiliano. La difesa di Juric vuole trovare un nuovo leader, che molto probabilmente arriverà dall'estero
P