Milan, Florenzi: “Vogliamo la seconda stella”

Il terzino rossonero punta in grande in vista della prossima stagione.

Alessandro Florenzi ha parlato dei piani del Milan per riconquistare il titolo di Serie A, con il club che cerca di conquistare il 20° campionato, cosa che vorrebbe dire seconda stella sul gagliardetto.

I rossoneri hanno infatti una sola stella sul proprio stemma dal 1979, dopo la vittoria del 10° scudetto, e il trionfo della scorsa stagione ha portato il numero complessivo a 19 – solo la Juventus ne ha vinti di più.

Il Milan, tuttavia, ha vinto solo due scudetti dall’inizio del nuovo millennio, e spesso non riesce a ripetersi la stagione successiva la vittoria di uno Scudetto.

Florenzi, che è arrivato in prestito dalla Roma l’anno scorso prima di conquistarsi il posto da titolare, è ansioso di cambiare questa tendenza e ha illustrato i piani del club per conservare il titolo nella prossima campagna.

“Molte squadre sono migliorate. L’anno scorso abbiamo vinto meritatamente e vogliamo ripeterci. Non sarà facile: tutti giocheranno al meglio per battere i campioni in carica”, ha dichiarato a Sky Sport. “Non dobbiamo fare previsioni, altrimenti non si va da nessuna parte. Inizieremo con l’Udinese, poi penseremo a una partita alla volta. In campionato vogliamo provare a guadagnarci la seconda stella. Dobbiamo avere grandi obiettivi e sognare in grande. In Champions League vogliamo migliorare rispetto all’anno scorso. Molti non erano pronti, non qualitativamente ma mentalmente”.

Florenzi ha anche sottolineato quella che secondo lui è stata la chiave del successo del Milan nella scorsa stagione, dove ha battuto i rivali dell’Inter all’ultima giornata di campionato.

“C’era uno spirito di squadra, 26 giocatori che spingevano dalla stessa parte”, ha spiegato. “Non eravamo i più forti, ma non sempre i più forti vincono. Tutto è andato per il verso giusto e abbiamo superato le avversità tutti insieme”.

Next Post

Riccardo Ferri torna all'Inter: è il nuovo club manager

Lun Lug 25 , 2022
L'ex difensore rientra nella società nerazzurra e farà ora parte dello staff tecnico. Ruolo che fino a un anno fa fu di Lele Oriali.
P