Milan, Stefano Pioli: “La squadra mi è piaciuta. Leao intelligente e di talento”

Pioli commenta positivamente la gara del Milan, vittorioso nel derby sull’Inter.

Il tecnico del Milan Stefano Pioli ha preso la parola subito dopo la vittoria per 3-2 nel Derby della Madonnina contro l’Inter. Il Milan non segnava almeno tre reti in un derby, considerando tutte le competizioni, dal 31 gennaio 2016, in Serie A (che è anche l’ultima vittoria da squara ospitante dei rossoneri contro i nerazzurri nel massimo torneo).

Queste le parole di Pioli:

“Partita fondamentale, è ovv che è uno scontro diretto, c’è sempre stata una grossa rivalità, ora ancora di più. L’Inter voleva mostrare di essere superiore a me la nostra formazione è piaciuta, abbiamo giocato bene, dopo ci siamo rilassati leggermente. Alleno ragazzi ottimi. Siamo stati grandi a leggere la gara, l’Inter ci ha lasciato palleggiare, noi abbiamo forzato poco. Avevamo pensato di spostarci a sinistra, ma l’abbiamo fatto poco; non è possibile non concedere qualcosa, tuttavia l’abbiamo fatto con grande presenza sul campo”.

Un commento Pioli lo riserva anche alla partita da Leao, oggi a segno con una bellissima doppietta:

“Penso che per diventare migliori serva avere talento e intelligenza: lui ha talento ed è un uomo davvero intelligente. Ai giovani va dato spazio e libertà di sbagliare, noi proviamo a metterlo nelle condizioni ottimali. Sa che non deve accontentarsi, un ragazzo con questo potenziale deve puntare in alto”.

Infine, un commento sul prossimo debutto in Champions League contro il Salisburgo:

“Sono certo che siamo cresciuti moltissimo, specialmente dopo l’esperienza della passata stagione. La Champions pretende prestazioni di alto livello, il Salisburgo è una squadra pericolosa: bisogna essere preparati. Faremo cose diverse rispetto a oggi, è una squadra diversa, ma quello che conta è la mentalità della squadra”.

Next Post

Premier League: Conte non si ferma più, al City non basta Haaland

Sab Set 3 , 2022
Il Tottenham (imbattuto) centra la 4ª vittoria in 6 partite. Il Manchester City bloccato dall'Aston Villa
P