Real Madrid, Ancelotti: “Mi preoccupa come i giocatori torneranno dal Mondiale”

Ancelotti si mostra rispettoso degli avversari nel girone, ma è preoccupato di quale sarà la condizione dei giocatori di ritorno dal Qatar.

Carlo Ancelotti ritiene che la più grande incognita che circonda la potenziale difesa del titolo della Champions League da parte del Real Madrid sia la condizione fisica dei suoi giocatori al ritorno dalla Coppa del Mondo. Il Real Madrid inizierà la sua avventura in Europa martedì, quando farà visita ai campioni scozzesi del Celtic.

La fase a gironi è condensata in questa stagione a causa della Coppa del Mondo, spostata dalla consueta collocazione estiva nell’emisfero settentrionale a novembre a causa del caldo estremo in Qatar.

Le squadre coinvolte nella fase a gironi giocheranno sei partite in meno di due mesi, con la lotta per un posto nei 16 che si concluderà già il 2 novembre.

Aggiungendoci anche gli impegni nazionali, questo rende la lista degli appuntamenti molto affollata. Tuttavia, Ancelotti è meno preoccupato dagli effetti del calendario che dal potenziale impatto sulla sua squadra di una Coppa del Mondo a metà stagione.

“Fino alla Coppa del Mondo, credo che non avremo problemi”, ha detto Ancelotti a proposito del calendario insolitamente fitto. “I giocatori sono preparati e motivati. La domanda è come torneranno dalla Coppa del Mondo. Non si può sapere”.

I madrileni non sono considerati i favoriti per la Champions League, nonostante l’ottima stagione passata. I Blancos hanno compiuto emozionanti rimonte contro Paris Saint-Germain, Chelsea e Manchester City prima di battere il Liverpool per 1-0 in finale.

Il City è il favorito dai bookmaker davanti a PSG, Liverpool e Bayern Monaco. Ancelotti, però, è contento che la sua squadra non sia tra le prime quattro in questo senso.

“Non sono sorpreso. Lo vedo come un buon segno”, ha aggiunto. “Penso che l’anno scorso avevamo ancora meno probabilità nelle statistiche. Quindi siamo migliorati. Quello che è successo l’anno scorso succederà ancora. Ci batteremo fino alla fine e speriamo di arrivare in finale”.

La squadra di Ancelotti è comunque strafavorita per la vittoria del Gruppo F, che comprende anche RB Lipsia e Shakhtar Donetsk, oltre al Celtic.

Ma Ancelotti ha anche ricordato la sconfitta shock subita in casa contro lo Sheriff Tiraspol nella fase a gironi della scorsa stagione, quando gli è stato chiesto del sorteggio apparentemente facile.

“Non è un girone facile, perché conosciamo molto bene le squadre”, ha detto Ancelotti. “Il Celtic sta facendo molto bene, dobbiamo rispettarli, come il Lipsia e lo Shakhtar. Nella fase a gironi ci sono delle sorprese, soprattutto nel primo tempo. Abbiamo un ricordo abbastanza vivo della scorsa stagione con lo Sherriff in casa. Rispettiamo il girone e credo che sarà un girone equilibrato”.

Next Post

Allegri: "Pogba torna a gennaio, il Mondiale non è un problema mio"

Lun Set 5 , 2022
L'allenatore della Juventus alla vigilia della sfida con il PSG fa il punto sul centrocampista francese
P