Rocchi: “Sui rigori gli arbitri sono stati bravi”

Il designatore: “Gli errori senza Var sarebbero stati il 6%, ridotti a 0,84%. La tecnologia è uno strumento fondamentale ma va usato in maniera coerente”.

Durante la conferenza stampa dell’Aia, Gianluca Rocchi si è complimentato con gli ex colleghi: “Sui rigori gli arbitri sono stati bravi perché hanno tenuto una linea comune dall’inizio fino a oggi – ha spiegato Gianluca Rocchi -. Anche i giocatori cadono meno, ho visto gol di giocatori che magari cadevano e poi si rialzavano per segnare.

Abbiamo avuto 93 errori senza VAR, di cui 13 riconosciuti dall’AIA – ha spiegato Rocchi -. Gli errori senza Var sarebbero stati il 6%, ridotti a 0,84%. La tecnologia è uno strumento fondamentale ma va usato in maniera coerente. Sono il più grande sostenitore della Var e della tecnologia ma va usata con una linea il più possibile coerente. Puntiamo a una specializzazione su questo ruolo e sempre di più a una scissione del ruolo di chi fa l’arbitro e di chi è al Var”.

Il designatore continua: “Nel percorso di crescita che stiamo facendo lavoriamo per fare meno errori possibili. Ma non sono solo errori di gioventù o inesperienza perché li hanno fatti anche i più grandi. Se avremo bravi arbitri italiani sarà un bene per tutti, anche all’estero. Dovremo avere tanti Orsato che ci rappresentano all’estero, è un motivo d’orgolio. Oltre alla Nazionale azzurra ce n’è un’altra vestita di giallo per cui non tifa nessuno, ma che indossa lo stemma della Federazione”.

Next Post

Alex Sandro lascerà la Juventus: due nomi per sostituirlo

Sab Mar 26 , 2022
Alex Sandro lascerà la Juventus: due nomi per sostituirlo
P