Roma, Mourinho prima del Vitesse: “Il campo non è da calcio. Punto su chi lavora bene”

Lo Special One critica aspramente il campo olandese dove si giocherà la gara col Vitesse di Conference. Oltre a questo, annuncia che non farà turnover.

Il tecnico della Roma José Mourinho ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della trasferta di Conference League contro il Vitesse. La squadra olandese ha vinto solo uno dei sei incontri con squadre italiane in tutte le competizioni europee, mentre la Roma ha vinto le ultime due trasferte in Olanda con lo stesso identico punteggio (2-1 contro il Feyenoord a febbraio 2015 e contro l’Ajax ad aprile 2021).

Queste le parole dello Special One, che torna in panchina dopo due giornate di squalifica in campionato:

“Sono sette partita di fila senza sconfitta in campionato. La squadra ha avuto un buon atteggiamento e quando giochi a eliminazione ogni dettaglio è importante. Questo mi da speranza, la squadra sta bene, solo Spinazzola è indisponibile. Viaggiamo al completo. E’ la prima volta che gioco in Olanda in un campo non di calcio. Vengo qui da più di 20 anni in campi bellissimi e non so cosa è successo qui. Sarà difficile giocare, ma veniamo qui per fare risultato e vincere”.

In previsione di domani, c’è molta curiosità per capire se il tecnico portoghese farà turnover oppure opterà per far giocare tutti i suoi assi, come Zaniololo, Mkhitaryan, Abraham e Pellegrini:

“Punto su tutti quelli che lavorano bene. Quello che sentiamo da dentro è che sono tutti in grande forma. L’ultima gara è una delle poche dove avevamo cinque cambi e per la prima volta avevamo una panchina di qualità. Oggi abbiamo una rosa forte, unita. Gli obiettivi sono chiari. Abbiamo campionato e Conference League, sappiamo che ogni gara è decisiva. In questo momento sono contento dei giocatori, non sarà un turnover. Guarderemo alla storia clinica dei calciatori, alla stanchezza e poco di più. Cercheremo di giocare con una squadra e con una panchina forte”.

Guardando alle statistiche, la Roma è rimasta imbattuta nelle ultime cinque sfide in competizioni europee contro squadre olandesi. L’ultima sconfitta risale al 10 dicembre 2002, un 1-2 esterno contro l’Ajax in Champions League. L’ultimo punto della conferenza stampa, poi, riguarda proprio il calcio olandese e ancora le condizioni del campo da gioco:

“Ci hanno fatto un concerto rock sopra. Il calcio olandese richiede ore per spiegarlo. Io ho iniziato a lavorare con Van Gaal, posso solo esprimere gratitudine. Viste le condizioni del terreno qualcosa sta cambiando”.

Next Post

Inter, distrazione muscolare al soleo per De Vrij

Mer Mar 9 , 2022
Sono arrivati gli esiti degli esami strumentali effettuati da De vrij. Per l'olandese distrazione muscolare al soleo della gamba sinistra.
P