Sarri smonta l’Europa League: “Se non ci fosse saremmo in alto”

L’allenatore della Lazio recrimina per le troppe partite dopo il pareggio di Udine: “Giochiamo troppo e non abbiamo il tempo di lavorare sui dettagli”.

La Lazio fallisce un altro salto di qualità. A Udine la squadra di Maurizio Sarri inseguiva la terza vittoria consecutiva per inserirsi prepotentemente nella lotta per un posto nella prossima Champions League, ma alla fine arriva un 1-1 che non sposta la classifica.

Felipe Anderson ha risposto a Deulofeu e al 93′ la traversa ha salvato Strakosha sul tiro di Molina.

Intervistato da ‘Dazn’, il tecnico biancoceleste ha spiegato il risultato con la stanchezza della squadra per i tanti impegni ravvicinati e le ridotte alternative a disposizione: “Viste le condizioni nelle quali ci siamo presentati in campo quello di stasera è stato un risultato importante. Avremmo meritato di vincere, ma nel finale abbiamo rischiato di perdere. Abbiamo tanti assenti, speriamo di recuperare qualcuno durante la settimana”.

“Se avessimo un po’ di tempo in più a disposizione, potremmo lavorare su piccoli particolari e si potrebbe evitare di subire gol come quello di stasera – ha concluso Sarri – Possiamo ancora lottare per la Champions, se non avessimo avuto gli impegni europei saremmo stati già lassù”. 

Next Post

Un mese da incubo per l’Inter: le cause della crisi nerazzurra

Dom Feb 20 , 2022
L'Inter ha guadagnato solamente cinque punti su 15 nelle ultime cinque partite di Serie A. Un andamento ben al di sotto della media, le cui ragioni sono molteplici e complicate.
P