Sensi decisivo per l’Inter: slitta la cessione?

Autore del goal decisivo, il centrocampista è vicinissimo alla Sampdoria: “Farà le sue valutazioni, ma sono contento che il 3-2 sia stato suo”.

L’Inter è ai quarti di finale di Coppa Italia. Non è andata come previsto la gara di San Siro, visto e considerando come il passaggio del turno da parte dei nerazzurri sia arrivato solamente in rimonta. Vantaggio dei padroni di casa, 2-1 dell’Empoli, dunque il pareggio di Ranocchia al 91′ e la rete decisiva di Sensi nei supplementari.

Quel che conta per l’Inter è comunque il passaggio al turno successivo di Coppa Italia, dove affronterà la vincente tra Roma e Lecce, gara che chiuderà i quarti e la fase del torneo. Dimostra di saper soffrire e di uscire vincitrice ancora una volta la squadra di Inzaghi, nuovamente decisivo.

L’ex tecnico della Lazio ha operato il sesto cambio all’inizio dei supplementari, inserendo Sensi per Lautaro Martinez: proprio il centrocampista ha segnato il 3-2 che spinge l’Inter avanti in Coppa Italia.

Al termine di Inter-Empoli, Inzaghi è ovviamente soddisfatto: “Tutte le partite degli ottavi sono state tirate, abbiamo affrontato una squadra che sapevamo ci avrebbe messo in difficoltà. Il loro portiere ha fatto parate straordinarie, poi abbiamo perso le distanze. I ragazzi sono stati bravissimi a non mollare, volevamo i quarti con tutte le nostre forze”.

Sensi è ad un passo dalla Sampdoria, ma Inzaghi per ora non lo molla: “Stefano si è meritato questa serata, dopo le difficoltà avute. Ci sono voci di mercato, è normale che abbia richieste. Se il suo desiderio è di rimanere qui io lo tengo molto volentieri. Poi sta a lui fare delle valutazioni, abbiamo parlato tanto. Fino a quando ha la maglia dell’Inter me lo tengo stretto. Sono comunque contento che il 3-2 sia stato suo”.

E intanto, in attesa di capire quale sarà il futuro, nelle prossime ore certamente il centrocampista ex Sassuolo e Cesena rimarrà a Milano almeno fino a sabato per la sfida col Venezia. Poi, in caso, sarà addio, ma solo dopo gli esami a cui dovrà sottoporsi Correa che è uscito dopo pochi minuti dall’inizio della gara in lacrime. Purtroppo le sensazioni per adesso, non sono molto positive: “Dobbiamo valutare l’infortunio, non ci voleva. Stava bene e ci avrebbe dato una gran mano. Speriamo di recuperarlo dopo la sosta, ma ha avuto un problema importante”.

Un infortunio forse correlato al terreno di San Siro, utilizzato ogni tre giorni: “Abbiamo questa problematica del campo, sia noi che il Milan. Bisogna prendere qualche provvedimento, ma penso che sia stato penalizzato anche l’Empoli, negli ultimi due mesi a San Siro ci sono problemi sul manto erboso”.

Passaggio del turno, goal di Sensi. Ma anche l’infortunio di Correa. La prima gara di Coppa Italia 2021/2022, per l’Inter, si chiude con luci e ombre.

Next Post

Conte: "La squadra non voleva perdere"

Gio Gen 20 , 2022
Il tecnico degli Spurs elogia il carattere dei suoi

Da leggere

P